Notti Bianche del Cinema, 48 ore non-stop di proiezioni con biglietto unico per la ripartenza


Un grande evento di 48 ore di proiezioni non-stop con anteprime, incontri, omaggi ed eventi speciali per la ripartenza delle sale cinematografiche.

48 ore di proiezioni non-stop con una programmazione di anteprime, incontri, omaggi ed eventi speciali, con un unico biglietto agevolato e e il coinvolgimento di tutte le professionalità del settore: esercenti, distributori, registi, artisti, sceneggiatori, giornalisti, critici e curatori di festival, tutti uniti per la ripartenza. Un grande evento per la riapertura delle sale cinematografiche, dal titolo #soloalcinema: le Notti Bianche del Cinema Italiano. Promotrici dell’iniziativa che animerà le sale cinematografiche di tutta Italia sono Alice nella città e altre associazioni di categoria Anica e Anec, nonché gli artisti di U.N.I.T.A., i 100autori e la Fondazione Accademia del Cinema Italiano - Premi David di Donatello.

Le Notti Bianche del Cinema Italiano porranno l’attenzione sul rapporto tra partecipazione e sicurezza, cultura e cittadinanza attiva, ma soprattutto intendono recuperare gli spazi perduti durante i mesi di pandemia, quelli del tempo libero e della socializzazione, del pensiero e del divertimento.

“Tornare al cinema e condividere di nuovo dopo tanto tempo l’esperienza insostituibile di vedere un film insieme sul grande schermo è una grande emozione. Nel buio della sala piangeremo, sorrideremo, ci sentiremo tutti coinvolti dalle grandi storie. E saremo uniti nel farlo. Il cinema guarisce. Il cinema ci fa bene. Ritroviamoci al cinema” commenta Vittoria Puccini, Presidente di U.N.I.T.A., che aderisce all’iniziativa insieme a tanti artisti come Pierfrancesco Favino, Paolo Calabresi, Vinicio Marchioni, Elena Sofia Ricci, Valentina Lodovini, Beppe Fiorello, Sabina Guzzanti, Edoardo Leo, Anna Valle, Michela Cescon, Carlotta Natoli, Paola Minaccioni, Fabrizio Gifuni i quali saranno presenti e promuoveranno l’iniziativa. I cinema di tutte le città coinvolte saranno parte integrante di un programma condiviso e connesso.

Il progetto prevede 48 ore di cinema non-stop, un biglietto d’ingresso unico agevolato, un pass/accredito da acquistare per accedere a tutte le sale delle Notti Bianche e costruirsi un percorso dedicato, un’unica campagna di comunicazione nazionale che raccoglierà il programma di tutti gli eventi. Esercenti, associazioni, scuole di cinema, cineteche e festival contribuiranno a far vivere, diffondere e amplificare non solo le nuove uscite, ma con forme inedite, anche eventi e proiezioni speciali organizzati e promossi direttamente sul territorio e in linea con l’identità di ciascuna realtà locale. Tra questi, anche una serie di incontri e di presentazioni ideate e organizzate in collaborazione con i 100 autori nelle diverse città e che ha tra i primi confermati Giorgio Diritti, Susanna Nicchiarelli, Edoardo De Angelis, Francesco Bruni, Davide Ferrario, Gianfranco Cabiddu, Stefano Rulli e Sandro Petraglia.

“La pandemia ha inflitto alla cultura un colpo micidiale” ha dichiarato Roberto Andò, portavoce del sindacato di registi e sceneggiatori italiani 100autori. “La ripartenza non può non passare attraverso il cinema. La sala verrà celebrata in un’occasione pensata per tutti, giovani, famiglie e quegli appassionati che non riescono a stare lontano dal grande schermo”.

"Le Notti Bianche rappresenteranno una specie di semaforo verde per l’industria theatrical" afferma Luigi Lonigro, Presidente Nazionale Distributori ANICA, “dato che potranno realizzarsi nel momento in cui non ci sarà più alcuna limitazione alla libera circolazione delle persone e all’apertura dei locali di spettacolo e perché vedranno una copertura nazionale pressoché totale e che andrà a coinvolgere tutte le tipologie di esercizio. Una grande ’festa della liberazione del cinema’ a cui i distributori italiani parteciperanno con grande entusiasmo e che coinvolgerà tutta l’industria a partire dalle sale cinematografiche e gli spettatori”.

“Il cinema riparte con gradualità, ma con grande determinazione” ha aggiunto Mario Lorini, Presidente di Anec. “Le prossime settimane saranno decisive, con gli auspicati allentamenti delle misure e con i dati sulla pandemia. Le Notti Bianche del cinema, iniziativa promossa e coordinata da Alice nella Città, può essere davvero il momento centrale per il salto di qualità del processo di ripartenza. Una festa di 48 ore dove enfatizzare la partecipazione di tutta l’industria del cinema al ritorno del pubblico in sala, tra nuove uscite, eventi, promozioni e il coinvolgimento di artisti e talent del cinema italiano, che unito, mette insieme tutta la propria forza per riportare la socialità e l’aggregazione come componente essenziale della unicità della visione di un film su grande schermo”.

Anche la Fondazione Accademia del Cinema Italiano ha fortemente voluto dare il proprio sostegno all’iniziativa: “Il David di Donatello e l’Accademia del Cinema Italiano sono stati sempre vicino alle sale, ai protagonisti e ai lavoratori del cinema in questo lungo difficile inimmaginabile silenzio del grande schermo” ha affermato la presidente Piera Detassis. “La collaborazione con Alice nella città è accesa da tempo e recentemente per arricchire ancor più il percorso nelle classi del David Giovani. Non vediamo l’ora di celebrare e festeggiare la passione per la sala e i film, in cui non abbiamo mai smesso di credere, supportando il lavoro e condividendo le emozioni delle Notti Bianche del cinema. Sarà la festa che tutti gli appassionati aspettano…”.

Il programma completo sarà presentato il 25 maggio. 

Notti Bianche del Cinema, 48 ore non-stop di proiezioni con biglietto unico per la ripartenza
Notti Bianche del Cinema, 48 ore non-stop di proiezioni con biglietto unico per la ripartenza


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Cinquecento     Novecento     Ottocento     Quattrocento     Toscana     Firenze     Barocco     Roma