80 motivi per ascoltare Cremona: un ricco programma di concerti, spettacoli ed eventi dedicati alla musica


Un ricco programma di eventi dedicati alla musica, tra concerti, spettacoli e rassegne, per “80 motivi per ascoltare Cremona!”. Scopri qui il programma.

80 buoni motivi per ascoltare Cremona! Fino a dicembre sono infatti in programma concerti, spettacoli e rassegne dedicate alla musica cosicché tutti possano trovare in città lo spettacolo più adatto ai propri gusti.

È in corso fino al 23 ottobre la decima edizione di StradivariFestival che si svolge nell’Auditorium Giovanni Arvedi del Museo del Violino: il 22 ottobre alle ore 21 si terrà lo spettacolo Tango Barocco in cui i virtuosi Andrés Gabetta e Mario Stefano Pietrodarchi e il Quintetto della Royal Academy di Londra spazieranno dal barocco di Henry Purcell ai voluttuosi tanghi di Astor Piazzolla, passando da brani di Antonio Vivaldi. Il 23 ottobre alle ore 18 debutto assoluto a STRADIVARIfestival per uno dei violinisti più famosi e acclamati del mondo, lo statunitense Joshua Bell, che in duo con il pianista Peter Dugan suonerà brani storici otto-novecenteschi come la Sonata n. 2 in la maggiore di Beethoven, la Sonata in re minore Grosse Sonate di Robert Schumann e la Sonata n. 3 in sol minore di Claude Debussy. Per maggior info è possibile consultare il sito http://www.stradivarifestival.it/

Non da meno è il programma del Teatro Amilcare Ponchielli: la nuova stagione che prevede l’ultimo titolo di Opera a gennaio 2023 è stata intitolata Il Teatro, Il Futuro e propone spettacoli di opera, danza, musica e teatro. Cinque titoli di opera di grande richiamo, tra cui La Gioconda di Amilcare Ponchielli, assente da quasi trent’anni da questo palcoscenico. Il Teatro Ponchielli rende omaggio al compositore a cui è intitolato, proponendo un titolo assente dal palcoscenico cittadino dal 1996. La Gioconda è l’opera di Ponchielli sempre attesa dai melomani come un evento speciale. Il libretto di Arrigo Boito tratto dal dramma Angelo tyran de Padoue di Victor Hugo presenta una Venezia cupa e misteriosa, teatro di eccessi passionali e delittuosi, perfettamente rispecchiata dalla vena melodica generosa e accattivante del compositore. Un affresco storico d’impronta scapigliata che richiede sei interpreti di primo piano, uno per ogni registro vocale. La direzione è affidata a Giampaolo Bisanti, mentre scene e regia portano la raffinata firma di Filippo Tonon. Cinque appuntamenti di Danza, con la preziosa apertura con NDT II, Nederlands Dans Theater, tra le compagnie mondiali di danza contemporanea più famose al mondo e una proposta di coreografi italiani tra i più potenti e innovativi: Jacopo Jenna, Cristiana Morganti e Damiano Bigi con Lukazs Przytarsky, danzatori della compagnia di Dimitri Papaioannou.
Completano il cartellone Musica e Teatro, con quattro appuntamenti, in attesa del Cartellone 2023.

Immancabile La Traviata che propone un nuovo allestimento: questo nuovo allestimento vede la direzione musicale del giovane e acclamato Enrico Lombardi, mentre la regia è di Luca Baracchini, che con il suo giovanissimo team creativo è risultato vincitore del Bando under 35 per un progetto di regia de La Traviata per il Circuito OperaLombardia 2022/23; ci saranno poi i concerti del Conservatorio di Cremona e l’omaggio a Ponchielli con una rassegna di musica da camera ricca di prestigiosi nomi, col sostegno di Ecomembrane. Per info visitare il sito https://www.teatroponchielli.it/

Dal 26 ottobre 2022 al 29 gennaio 2023 è inoltre visitabile nel Museo Civico “Ala Ponzone” di Cremona la mostra Giuseppe Mainardi (1922-2010). Educatore, filologo, collezionista: il museo allestirà in occasione della donazione ricevuta uno spazio espositivo con le opere donate per offrire allo stesso tempo un ritratto della figura di Giuseppe Mainardi non solo come collezionista ma anche come educatore e filologo. La donazione comprende dipinti, disegni e alcune memorie di Alfeo Argentieri, amico di famiglia, che Mainardi conservava nella sua casa di via Buoso da Dovara, per la maggior parte acquistate negli anni durante mostre o in gallerie specializzate. A queste opere verrà aggiunto materiale archivistico proveniente dall’Archivio di Stato di Cremona che documenta il pensiero pedagogico di Mainardi, a lungo docente presso le Scuole Medie Virgilio e presso il Liceo Aselli, e i risultati delle sue ricerche filologiche svolte nell’ambito del primo Umanesimo cremonese. Per info: https://musei.comune.cremona.it/it/mostre-ed-eventi/giuseppe-mainardi-1922-2010

Presso il Museo del Violino è possibile poi, nell’ambito de Il suono di Stradivari, ascoltare i magnifici strumenti di Stradivari, Amati, Guarneri affidati ad abili solisti. Qui tutti gli appuntamenti fino al 31 dicembre 2022.

A questo link è possibile scaricare il programma completo di 80 motivi per ascoltare Cremona.

Loghi

80 motivi per ascoltare Cremona: un ricco programma di concerti, spettacoli ed eventi dedicati alla musica
80 motivi per ascoltare Cremona: un ricco programma di concerti, spettacoli ed eventi dedicati alla musica


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER


Al via Art City Bologna 2022, l'art week bolognese dedicata all'arte contemporanea
Al via Art City Bologna 2022, l'art week bolognese dedicata all'arte contemporanea
Dieci film che parlano di arte da vedere in questi giorni su Netflix
Dieci film che parlano di arte da vedere in questi giorni su Netflix
Scoprire dello stile di vita della corte dei Gonzaga. Mantova, il programma 2022 di Palazzo Te
Scoprire dello stile di vita della corte dei Gonzaga. Mantova, il programma 2022 di Palazzo Te
BIAF, la Biennale dell'Antiquariato di Firenze torna in presenza per la sua XXXII edizione
BIAF, la Biennale dell'Antiquariato di Firenze torna in presenza per la sua XXXII edizione
A Bergamo il primo festival dedicato all'illustrazione ad acquerello
A Bergamo il primo festival dedicato all'illustrazione ad acquerello
Parma, ammirare in quota il grande rosone quattrocentesco di San Francesco del Prato
Parma, ammirare in quota il grande rosone quattrocentesco di San Francesco del Prato