Firenze, al via la XXVI edizione di Artigianato e Palazzo


Quest’anno la stagione delle fiere (nazionali del settore e di quelle fiorentine in generale) sarà aperta dalla XXVI edizione della mostra Artigianato a Palazzo che porterà dal 17 al 20 settembre a Firenze, al Giardino Corsini, una nuova selezione di maestri artigiani, offrendo al pubblico un percorso inedito di ricerca tra quanti sono i testimoni della grande tradizione artigiana, con un focus sulle nuove generazioni, oltre ad un originale programma di iniziative collaterali.

Per quattro giorni ceramisti, molatori del vetro, sbalzatori dell’argento e orafi, intagliatori, restauratori, liutai, sarti, intarsiatori di pietre dure e legno, intrecciatori della paglia, designer, e molto altro, interagiranno con i visitatori mentre sono a lavoro nei loro piccoli angoli di bottega, ricostruiti per l’occasione nelle limonaie e tra i parterre del giardino all’italiana.

“In un momento in cui è in atto una tendenza a riportare in Italia le produzioni, valorizzando le specificità dei territori, il settore appare ancor di più una grande opportunità di crescita e di innovazione”, affermano Giorgiana Corsini e Neri Torrigiani, rispettivamente ideatore e promoetrice della manifestazione. “Perché se da un lato abbiamo compreso che le nostre attività saranno sempre di più legate agli strumenti informatici, dall’altra resta pur vero che il capitale del Paese si giocherà proprio sulle nostre competenze artigianali, in grado di coniugare manualità, ingegno e creatività, e di promuovere le ricchezze culturali delle nostre regioni”.

L’offerta selezionata e diversificata della mostra sarà un’occasione di riflessione e di condivisione di nuovi stili, interpreti delle relazioni in continuo movimento tra tradizione e innovazione, manualità e tecnologia, attraverso l’incontro con maestranze specializzate che svelano i loro segreti mentre sono a lavoro nei loro piccoli angoli di bottega, ricostruiti per l’occasione nelle limonaie e tra i parterre del giardino all’italiana.

La manifestazione fiorentina prevede anche la raccolta fondi Giambologna e la Fata Morgana, promossa da ARTIGIANATO E PALAZZO che coinvolge il pubblico e le aziende sostenitrici, che sarà volta al recupero e alla conservazione dell’intero complesso della “Fonte della Fata Morgana” – conosciuto dai locali anche come “Casina delle Fate” (voluto da Bernardo Vecchietti nella seconda metà del Cinquecento all’interno del parco della Villa Il Riposo, sua residenza estiva immersa nel Chianti ai piedi del colle di Fattucchia).

Donata alcuni decenni fa dalla famiglia Morrocchi al Comune di Bagno a Ripoli, la “Fonte della Fata Morgana” necessita di un urgente intervento di restauro.

Per conoscere il programma completo potete visitare il sito ufficiale dell’evento.

Firenze, al via la XXVI edizione di Artigianato e Palazzo
Firenze, al via la XXVI edizione di Artigianato e Palazzo


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER