A Lodi torna il Festival della Fotografia Etica


Dal 6 al 28 ottobre 2018 la città di Lodi ospita la nona edizione del Festival della Fotografia Etica.

La città di Lodi ospita dal 6 al 28 ottobre 2018 la nona edizione del Festival della Fotografia Etica.

In tutte le edizioni del festival si è cercato di raccontare l’attualità attraverso percorsi originali con l’obiettivo di “creare un circuito virtuoso in grado di permettere alla fotografia di arrivare al pubblico e parlare alle coscienze”.

Gli organizzatori dell’evento Alberto Prina e Aldo Mendichi sostengono che "il successo e la partecipazione sempre crescenti al Festival premiano la scelta di raccontare cosa succede nel mondo, attraverso il filtro dello sguardo dei migliori fotografi e fotoreporters in circolazione. A volte questo sguardo può essere crudo e privo di filtri, altre invece viene mediato da una sorta di poetica visiva che smussa leggermente gli angoli della realtà per restituire comunque un’idea di speranza e condivisione. In ogni caso, il Festival è la conferma della fotografia come linguaggio principe della nostra epoca. Raggiunge velocemente e con immediatezza la sensibilità di chi la fruisce, accendendo la macchina della riflessione e della discussione”.

Dopo un’attenta valutazione, la giuria ha nominato i vincitori delle sei categorie del World Report Award: per la sezione Master Paula Bronstein con il reportage "Stateless, Stranded And Unwanted: The Rohingya Crisis", portfolio sull’esodo forzato di 700mila persone della minoranza etnica di origine islamica Rohingya verso il vicino Bangladesh; per la sezione Spotlight Tommas Protti con il reportage "Terra Vermelha" sulla crescente crisi sociale nella regione brasiliana dell’Amazzonia negli stati di Pará, Rondonia e Roraima; per la sezione Short Story Camillo Pasquarelli con il reportage "The Valley Of Shadows" sul conflitto nella valle del Kashmir; per la sezione Student Nanna Heitmann con il reportage "Gone From The Window – The End Of An Era" sulla fine dell’estrazione del carbone in Germania; per la sezione Single Shot Laurence Geai, Giles Clarke e Bente Marei Stachowske e per la sezione No Profit gli enti Care Harbor con il reportage "Caring For The Invisible Of Los Angeles", la AVSI Foundation con il reportage "Mwavita – Born In A Time Of War" e il Water Grabbing Observatory con il reportage "And I Will Make The Rivers Dry".

Tra le altre sezioni ci sarà quella di Spazio ONG 2018, Uno sguardo sul mondo, lo Spazio Approfondimento, lo Spazio Tematico, il Corporate for Festival e il Premio Voglino.

Per info: www.festivaldellafotografiaetica.it

Immagine: World Report Award, Master Award Winner © Paula Bronstein

A Lodi torna il Festival della Fotografia Etica
A Lodi torna il Festival della Fotografia Etica


Se ti è piaciuto questo articolo
abbonati al magazine di Finestre sull'Arte.
176 pagine da sfogliare, leggere, sottolineare e collezionare.
176 pagine di articoli ed approfondimenti inediti ed esclusivi.
Lo riceverai direttamente a casa tua. Non lo troverai in edicola!

176 pagine, 4 numeri all'anno, al prezzo di 29,90 €

ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


Roma, collaborazione pubblico-privato per restaurare l'Allegoria dei cinque sensi di Mattia e Gregorio Preti
Roma, collaborazione pubblico-privato per restaurare l'Allegoria dei cinque sensi di Mattia e Gregorio Preti
A Cesena torna l'appuntamento con la grande mostra-mercato Arte Forlì-Cesena Contemporanea
A Cesena torna l'appuntamento con la grande mostra-mercato Arte Forlì-Cesena Contemporanea
Visite notturne al Palazzo Ducale di Venezia
Visite notturne al Palazzo Ducale di Venezia
Eternity di Cattelan sbarca a San Quirico d'Orcia per l'edizione 48 di “Forme nel verde”
Eternity di Cattelan sbarca a San Quirico d'Orcia per l'edizione 48 di “Forme nel verde”
Il nero protagonista a Villa Bardini
Il nero protagonista a Villa Bardini
Palazzo Grassi e Corriere della Sera, sui social un progetto sull'identità ispirato alla mostra Dancing with myself
Palazzo Grassi e Corriere della Sera, sui social un progetto sull'identità ispirato alla mostra Dancing with myself