L'edizione 2020 di Milano Arch Week diventa digitale: una settimana di architettura online


L’edizione 2020 di Milano Arch Week, la settimana dedicata all’architettura che quest’anno si svolge dal 13 al 17 maggio, è digitale. Inoltre, sabato 16 maggio si terrà l’evento Milano Arch Week Marathon che avrà luogo sulle pagine Facebook di Milano Arch Week e della Triennale Milano e sul canale YouTube della Triennale Milano.

Nel corso della mattinata, tra le 11 e le 13, l’Urban Center inaugurerà il suo public program con una discussione aperta tra il Comune e i gruppi selezionati dal bando Urban Factor a partire dalla strategia di adattamento Milano 2020. Nel pomeriggio, tra le 15 e le 19, ci sarà una Maratona che coinvolgerà alcuni dei grandi architetti internazionali che hanno lavorato a Milano, insieme ad architetti e urbanisti del Politecnico di Milano che riveleranno alcuni tesori nascosti dell’architettura milanese del dopoguerra.

Alla Milano Arch Week Marathon parteciperanno i seguenti relatori: Petra Blaisse (Parco Biblioteca degli Alberi); Peter Eisenman (Residenze Carlo Erba); Bjarke Ingels (la nuova CityLife, attualmente in corso di progettazione); Rem Koolhaas (Fondazione Prada); Daniel Libeskind (CityLife); Patrik Schumacher – Zaha Hadid Architects (City Life); Kazuyo Sejima – SANAA (Campus Bocconi). Questi architetti racconteranno il loro rapporto con Milano e il progetto che qui hanno realizzato, nonché di fornire spunti e riflessioni per immaginare e progettare la Milano del futuro, dopo questo profondo trauma.

Saranno coinvolti anche i progettisti e gli studi selezionati per il public program dell’Urban Center, in coordinamento con l’Assessorato a Urbanistica, Verde e Agricoltura del Comune di Milano e con la partecipazione dell’Assessore Pierfrancesco Maran e di Lorenza Baroncelli, Direttore artistico di Triennale Milano. Suddivisi in tavoli tematici, presenteranno le loro ricerche evidenziando il contributo che possono offrire rispetto alle sfide che Milano dovrà fronteggiare nel medio-lungo periodo.

Ci sarà anche una serie di interventi, coordinati da Ilaria Valente, Preside della Scuola di Architettura Urbanistica Ingegneria delle costruzioni, che riguarderanno la Milano della ricostruzione del dopoguerra e vedranno coinvolti i docenti del Politecnico di Milano Giulio M. Barazzetta, Orsina Simona Pierini, Luigi Spinelli, Cino Zucchi e il fotografo Giovanni Hänninen.

Nel corso della maratona, la Fondazione G. Feltrinelli darà voce ad alcuni citymaker attivi nei quartieri di Milano: realtà e soggetti impegnati in progetti che rigenerano i luoghi, curano il tessuto sociale e costruiscono o “ri-costruiscono” la città. Un’anticipazione della rassegna About a City, intitolata A human place, prevista a settembre 2020.

L'edizione 2020 di Milano Arch Week diventa digitale: una settimana di architettura online
L'edizione 2020 di Milano Arch Week diventa digitale: una settimana di architettura online


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Toscana    

NEWSLETTER