Notte delle muse a Locri: sarà esposto il Sarcofago delle Muse di epoca romana


Il 25 luglio 2019 alle ore 21 verrà presentato presso il Parco archeologico nazionale di Locri il Sarcofago delle Muse, in prestito fino a settembre.

Giovedì 25 luglio 2019, alle ore 21, sarà presentato a Locri (Reggio Calabria), presso il Complesso museale Casino Macrì del Parco archeologico nazionale di Locri il Sarcofago delle Muse. A organizzare l’iniziativa Rossella Agostino, direttore dei musei di Locri e Sara De Angelis, direttore del Museo archeologico dell’Agro Falisco-Forte Sangallo, che presenterà il manufatto di età romana. Questo sarà esposto da luglio a settembre a Locri, nell’ambito di uno scambio tra Polo museale del Lazio, diretto da Edith Gabrielli, e il Polo museale della Calabria, diretto da Antonella Cucciniello. 

Attraverso il sarcofago, tra le opere messe a disposizione dal Polo museale del Lazio, si intende ricordare al pubblico che nel territorio della Locride sono stati rinvenuti due sarcofagi in marmo,  entrambi esposti nel Parco Archeologico: il sarcofago da contrada Saletta di Locri, di Caius Octavianus Crescens risalente al II secolo d.C. dedicato dalla moglie al marito defunto e il sarcofago da contrada Salice di Ardore del III secolo d.C. con busto panneggiato maschile centrale e figura di pastore alle cui spalle si vede un ariete, opera probabilmente importata da Roma su commissione.

Fonte: comunicato

Notte delle muse a Locri: sarà esposto il Sarcofago delle Muse di epoca romana
Notte delle muse a Locri: sarà esposto il Sarcofago delle Muse di epoca romana


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER