TEFAF Maastricht 2018: dal 10 al 18 marzo la nuova edizione


Dal 10 al 18 marzo 2018 l’edizione 2018 di TEFAF Maastricht. Scoprite qui le novità: nuovi espositori e nuovi orari.

Al via oggi l’edizione 2018 di TEFAF Maastricht che terminerà il 18 marzo.

La fiera d’arte, antichità e design è allestita al MECC (Maastricht Exhibition and Congress Centre) di Maastricht e comprende opere che appartengono a un periodo di 7000 anni di storia dell’arte

Punto d’incontro dei più grandi galleristi internazionali (quest’anno ci sono sedici nuovi espositori), è inoltre uno degli eventi principali per quanto riguarda il mercato internazionale dell’arte.

I primi due giorni tuttavia sono riservati ai visitatori in possesso di un invito ufficiale, mentre da sabato 10 marzo la fiera sarà aperta al pubblico.

I sedici nuovi espositori, che incrementano l’offerta generale, appartengono a differenti sezioni: TEFAF Ancient Art, TEFAF Antiques, TEFAF Design, TEFAF La Haute Joaillerie, TEFAF Modern, TEFAF Paintings, TEFAF Paper e TEFAF Tribal, e provengono da vari paesi, come il Regno Unito, la Francia, il Belgio e l’Italia.

L’elenco completo degli espositori di TEFAF Maastricht 2018 si può consultare sul sito stesso della fiera: www.tefaf.com

Orari: Giovedì 8 marzo dalle 10 alle 19 Early Access Day (solo su invito); venerdì 9 marzo dalle 11 alle 19 Preview Day (solo su invito).
Da sabato 10 marzo a sabato 17 marzo dalle 11 alle 19 Apertura al pubblico. Domenica 18 marzo dalle 11 alle 18 Apertura al pubblico.

Biglietti: 45 euro.

 

  

TEFAF Maastricht 2018: dal 10 al 18 marzo la nuova edizione
TEFAF Maastricht 2018: dal 10 al 18 marzo la nuova edizione


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER