Nasce Flemish Masters Museum Tour, un ciclo di brevi documentari sui musei delle Fiandre


Un ciclo di documentari, online e gratuiti, per conoscere il patrimonio artistico fiammingo: è l’iniziativa The Flemish Masters Museum Tour.

L’Ente del turismo delle Fiandre ha lanciato l’iniziativa The Flemish Masters Museum Tour, un ciclo di documentari online grazie al quale lo spettatore entra virtualmente in alcuni dei più straordinari musei e collezioni d’arte delle Fiandre da un accesso preferenziale. A guidarlo, attraverso un video di circa 10-15 minuti, sarà infatti il curatore o un esperto d’arte legato al museo, che approfondirà alcuni aspetti della collezione e condividerà curiosità e aneddoti.

I brevi documentari del progetto The Flemish Masters Museum Tour consentono di conoscere alcuni brani del vasto patrimonio artistico fiammingo. Ogni “viaggio” è strutturato in maniera dettagliata e prevede l’approfondimento da parte di alcuni nomi di spicco del mondo museale. La presenza di immagini interattive delle opere consente inoltre di ingrandire dettagli e di attirare l’attenzione su elementi normalmente poco visibili e conosciuti. I tour possono essere considerati indipendenti uno dall’altro, ma allo stesso tempo favorire la creazione di itinerari immaginari con tappe da una città all’altra.

L’iniziativa nasce sulla scia del progetto The Stay at Home Museum, lanciato in primavera per far fronte all’emergenza Covid e fornire al pubblico la possibilità di visitare mostre e musei nonostante la loro temporanea chiusura.

Il nuovo ciclo di tour virtuali è stato inaugurato giovedì 12 novembre con la casa-museo Mayer van den Bergh di Anversa, presentata dal direttore Carl Depauw, esperto dell’arte di Anversa del XVI e XVII secolo, che racconta in maniera esaustiva la collezione e l’arte del collezionismo. Un luogo che consente di immergersi nella moltitudine di oggetti d’arte, circa 6000, raccolti in soli dieci anni da Fritz Mayer van den Bergh (1858-1901). La sua prematura e improvvisa scomparsa ha fatto sì che la madre Henriëtte portasse a compimento, nel 1904, il desiderio del figlio: dare vita a un museo ed esporre la ricca collezione. Oggi è possibile quindi ammirare virtualmente dipinti, pale d’altare, sculture, manoscritti e arazzi, in un’atmosfera che lascia trasparire l’entusiasmo e l’occhio esperto di Fritz Mayer van den Bergh e l’amore incondizionato della madre per il figlio. Fiore all’occhiello della collezione è l’enigmatica Dulle griet (Margherita la Pazza) di Pieter Bruegel il Vecchio, del quale Depauw racconterà le appassionanti vicissitudini. Comprato all’asta da Fritz a una cifra irrisoria, rivelò il suo fiuto per gli affari ed è attualmente pezzo d’eccellenza del Museo.

Gli altri appuntamenti in calendario:

Chiesa di San Pietro, Lovanio (pubblicato il 19 novembre) Di grande interesse è il tour virtuale di Peter Carpreau dedicato alla chiesa in stile gotico brabantino San Pietro a Lovanio, riportata in marzo 2020 al suo pieno splendore dopo un lungo restauro. In essa è custodita, oltre a una collezione di capolavori fiamminghi, L’ultima cena di Dieric Bouts (1410-1475 circa), un trittico in cui emergono in maniera evidente la padronanza della prospettiva e l’attenzione ai paesaggi, rappresentati meticolosamente sui pannelli laterali.

Sint-Janshospitaal, Bruges (pubblicato il 26 novembre) La mostra Hans Memling e l’arte contemporanea è l’occasione per entrare nel Sint- Janshospital di Bruges, sotto la guida della direttrice Eva Tahon e scoprire le opere di uno dei Primitivi fiamminghi e la sua influenza su grandi come Dürer, Raffaello e artisti contemporanei del calibro di Joseph Kosuth. L’edificio fu uno degli ospedali più antichi d’Europa e offre la possibilità di conoscere anche importanti testimonianze legate all’ambito medico.

KBR museum, Bruxelles (pubblicato il 3 dicembre) Ann Kelders è la curatrice del KBR museum di Bruxelles, recentemente inaugurato all’interno della Royal Library, nella cinquecentesca Nassau Chapel. La studiosa conduce alla scoperta di manoscritti del XIV – XV secolo, patrimonio dei Duchi di Borgogna, che hanno dato vita ad una collezione unica e affascinante di libri e codici, dove sono approfonditi aspetti politici, sociali, economici, artistici e culturali del Rinascimento fiammingo.

I video sono pubblicati sulla pagina Facebook Flemish Masters e sul canale Youtube di VISITFLANDERS, sul sito www.flemishmasters.com insieme ai precedenti episodi di The Stay at Home Musuem.

Nasce Flemish Masters Museum Tour, un ciclo di brevi documentari sui musei delle Fiandre
Nasce Flemish Masters Museum Tour, un ciclo di brevi documentari sui musei delle Fiandre


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Toscana     Firenze     Barocco     Roma