Vogliono piazzare una ruota panoramica di 60 metri di fianco agli scavi di Pompei. Il ministro: “non se ne parla nemmeno”


“L’emozione sarà assicurata”, dicono i responsabili del progetto Wheel of Pompei, un’enorme ruota panoramica, alta sessanta metri, ideata da una società privata che vorrebbe installare la giostra accanto agli scavi di Pompei. A dare l’annuncio della trovata è stato il quotidiano Il Mattino: la società, Iesse International Strategies, tedesca, ha già presentato il progetto al Comune, in previsione di aprire la ruota (che se realizzata sarebbe la seconda più alta d’Italia dopo la Eurowheel di Mirabilandia, la quinta in Europa e la trentesima nel mondo, di cinque metri più bassa rispetto alla famosissima Wiener Riesenrad, la ruota del Prater di Vienna) il prossimo 8 maggio. Si tratterebbe di un’opera provvisoria: i lavori comincerebbero a fine aprile, e la ruota rimarrebbe in attività fino al prossimo autunno. E se realizzata, diventerebbe la struttura più alta di Pompei: sarebbe anche più alta del santuario.

Il sindaco di Pompei, Pietro Amitrano, ha già espresso il proprio entusiasmo per la trovata: “la ruota panoramica, come già succede per analoghe installazioni nelle più importanti capitali del mondo”, ha dichiarato, “rientra a pieno titolo nel novero delle azioni di promozione turistica di Pompei. Il potenziale incremento di interesse, sia da parte dei residenti sia da parte dei turisti, è tanto da determinare positive ricadute in termini di valorizzazione dell’area”.

La ruota panoramica ha già una sua pagina Facebook dove, tra la foto di un reperto e quella di una pizza o di un caffè sul golfo di Napoli, è possibile seguire l’avanzamento dei lavori. Il gigante di accaio dovrebbe sorgere, secondo le intenzioni degli ideatori, in via Plinio, poco lontano dal casello autostradale e proprio di fianco agli scavi archeologici. E ovviamente, per poter godere l’“emozione” di vedere gli scavi dall’alto, si dovrà pagare un biglietto che permetterà l’accesso alle gondole della ruota. Previste anche gondole vip, con divanetti e poggiabraccia-cestello di ghiaccio per consentire allocazione di una bottiglia di spumante.

E ovviamente, com’è naturale figurarsi se ci s’immagina una ruota panoramica da sessantametri che piomba di fianco a uno dei siti archeologici più famosi del mondo, nessuno è d’accordo con la realizzazione dell’opera. Al di là degli utenti dei social che si sono scatenati (c’è anche chi ha voluto ribadire, sulla stessa pagina della Wheel of Pompeii, che “Pompei non è Disneyland”), si registrano già alcune prese di posizione, da quella dell’Osservatorio Patrimonio Culturale, organizzazione privata che vigila sulle condizioni dei beni culturali, a quella dello stesso ministro dei beni culturali, Alberto Bonisoli. Per l’architetto Antonio Irlando, ex assessore alla cultura del comune di Torre Annunziata e presidente dell’Osservatorio, la ruota sarebbe una sorta di stupro contro il sito: “violentando i valori culturali dell’area archeologica e violando sia le norme di tutela per la fascia intorno al perimetro degli scavi di competenza della soprintendenza sia quanto stabilito nel piano strategico per lo sviluppo dei territori della buffer zone del Sito Unesco, nell”ambito del Grande Progetto Pompei".

Il ministro Bonisoli, intervenendo alla trasmissione Agorà su Rai Tre ieri mattina, ha chiuso a ogni possibilità: “non se ne parla nemmeno. Dagli uffici non risulta che sia mai arrivato un progetto del genere, ma se arrivasse, lo rispediamo al mittente”. In effetti pare che in Soprintendenza non sia ancora arrivato alcunché, ma non è comunque difficile prevedere una sonora bocciatura, anche perché ci sono dei precedenti, quando a Torino (appena un mese fa) e Milano (nel 2015) sono state bocciate ruote provvisorie che si volevano installare rispettivamente al Parco del Valentino e al Parco Sempione. E probabilmente lo stesso accadrà per la ruota di Pompei.

Nella foto: gli scavi di Pompei dall’alto. Ph. Credit

Vogliono piazzare una ruota panoramica di 60 metri di fianco agli scavi di Pompei. Il ministro: “non se ne parla nemmeno”
Vogliono piazzare una ruota panoramica di 60 metri di fianco agli scavi di Pompei. Il ministro: “non se ne parla nemmeno”

Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER







Login

Username / EmailPassword

Ricordami

Password dimenticata?

Non hai ancora un account? Registrati ora!!!

Tag cloud


Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Barocco     Quattrocento     Genova     Roma    

Strumenti utili