Arriva dopo 137 anni l'autorizzazione ufficiale di costruzione della Sagrada Familia


In questi giorni è stata ottenuta l’autorizzazione ufficiale per la costruzione della Sagrada Familia, celebre monumento incompiuto di Antoni Gaudí a Barcellona.

Dopo 137 anni dall’inizio della costruzione della Sagrada Familia, uno dei monumenti più visitati e fotografati di Barcellona, rimasta ancora incompiuta, è stata ottenuta in questi giorni l’autorizzazione ufficiale da parte del Municipio per portare a termine l’opera.

L’ente che si occupa della costruzione della Sagrada Familia dovrà pagare 4,6 milioni al Municipio stesso per l’ICIO, la tassa su costruzioni, installazioni e opere, e per le tasse sull’autorizzazione di costruzione di opere. Il permesso prevede un massimo edificabile di 172 metri di altezza, limite a cui dovrà sottostare il celebre monumento progettato da Antoni Gaudí e dichiarato Patrimonio dell’UNESCO già nel 1984.

Inoltre il Municipio ha determinato il principale uso dell’edificio: centro di culto visitabile, delimitando a 378 metri lo spazio di uso commerciale, a cui si avrà accesso solo dall’interno della basilica.

Janet Sanz, assessore all’Urbanistica della città di Barcellona, ha affermato di essere riuscita a realizzare uno dei suoi obiettivi fondamentali della sua legislatura, portando a conclusione "un’anomalia storica della città".

Dal 1882 la Sagrada Familia sarà completata, secondo le previsioni, nel 2026 e la stima dei costi è di 374 milioni di euro.

Ph.Credit

 

Arriva dopo 137 anni l'autorizzazione ufficiale di costruzione della Sagrada Familia
Arriva dopo 137 anni l'autorizzazione ufficiale di costruzione della Sagrada Familia


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE







Tag cloud


Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

Strumenti utili