Ma davvero si può pensare che sia di Leonardo da Vinci questo (bruttissimo) presunto ritratto di Machiavelli?


Il copione è sempre il solito: si celebra l’anniversario della nascita o della morte di un artista, in questo caso Leonardo da Vinci (nato ad Anchiano, presso Vinci, nel 1452, e scomparso ad Amboise nel 1519), e immancabilmente deve spuntare fuori la scoperta di un dipinto che qualcuno vorrebbe attribuire al festeggiato di turno. Ovviamente è così anche con Leonardo: adesso in Francia, dal castello di Valençay, uno dei manieri del comprensorio dei castelli della Loira, è spuntato un (bruttissimo) Ritratto di gentiluomo che si vuole attribuire a Leonardo da Vinci. Non solo: è stata anche proposta l’identificazione del soggetto, che potrebbe essere nient’altri che il celebre politico e letterato Niccolò Machiavelli (Firenze, 1469 - 1521).

Tutto ciò sulla base di un documento del 1874 che menziona un dipinto su tavola, di 55 per 42 centimetri, conservato nel castello, attribuito a Leonardo da Vinci e raffigurante proprio il filosofo fiorentino. Nella nota, scritta dall’amministratore del castello al proprietario dell’edificio, il principe di Talleyrand, si legge: “ho fatto imballare e spedire per ferrovia dal portinaio una cassa contenente una tavola (Machiavelli dipinto da Leonardo da Vinci)”. Secondo Sylvie Giroux, direttrice del Castello di Valençay, ritiene probabile che l’opera dimostri un collegamento tra Leonardo da Vinci e Machiavelli (il parere della direttrice è riportato dall’agenzia France Presse).

Gli entusiasmi vengono però raffreddati da Anne Gerardot, funzionaria dell’Archivio dipartimentale dell’Indre (il dipartimento in cui si trova la cittadina di Valençay), che ha subito chiarito che, anche se un dipinto di Leonardo viene citato in un documento ottocentesco, non vuol dire che l’opera sia davvero di Leonardo. Gerardot si sta occupando di questo caso da circa un anno, e afferma che solo ulteriori analisi potranno confermare o smentire l’attribuzione. Anche perché, peraltro, Gerardot fa notare che l’uomo ritratto nel dipinto non somiglia affatto a Machiavelli (conosciamo l’immagine del letterato da altre raffigurazioni): semmai, è più plausibile che si tratti di un ritratto di Michel de Montaigne, dato che le caratteristiche somatiche lo fanno somigliare molto di più al filosofo francese.

Ci sono poi dettagli tecnici che potrebbero far scartare l’ipotesi di un’attribuzione a Leonardo: il supporto, in particolare, è stato ritenuto troppo liscio e regolare per essere dell’epoca di Leonardo da Vinci, anche se viene sottolineato che l’opera fu restaurata in Germania negli anni Novanta dell’Ottocento, e questo potrebbe spiegare il perché dell’insolito supporto.

Ci sarebbe da obiettare anche sullo stile: questo bizzarro personaggio appare troppo piatto, troppo stereotipato e schematico, poco interessante, e con proporzioni anatomiche poco credibili (basti osservare la forma del cranio) per pensare che sia stato realizzato davvero da uno dei più grandi pittori della storia dell’arte. Certo: chi spera in Leonardo potrebbe dire che l’aspetto attuale del dipinto sia frutto di ridipinture, e che per stabilire cosa ci sia sotto il presunto Machiavelli saranno necessari interventi di restauro. Ma al momento non sembrano esserci molti margini di attribuzione a Leonardo. Anche perché, sempre nella nota del 1874 citata sopra, viene anche menzionato un anonimo Ritratto di Michel de Montaigne. Dunque, la vicenda potrebbe essere già risolta senza bisogno di ulteriori approfondimenti. E l’ennesimo caso mediatico smontato semplicemente leggendo i documenti e guardando il dipinto.

Nell’immagine: Ignoto cinquecentesco, Ritratto di gentiluomo (XVI secolo; olio su tavola, 55 x 42 cm; Valençay, Castello di Valençay)

Ma davvero si può pensare che sia di Leonardo da Vinci questo (bruttissimo) presunto ritratto di Machiavelli?
Ma davvero si può pensare che sia di Leonardo da Vinci questo (bruttissimo) presunto ritratto di Machiavelli?

Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER







Login

Username / EmailPassword

Ricordami

Password dimenticata?

Non hai ancora un account? Registrati ora!!!

Tag cloud


Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Toscana    

Strumenti utili