Apre a Bologna la mostra fotografica su Frida Kahlo che riscostruisce ambienti, abiti e monili dell'artista


Palazzo Belloni a Bologna presenta dal 30 ottobre la mostra fotografica dedicata a Frida Kahlo che ricostruisce ambienti, abiti e monili amati dalla celebre artista messicana. 

Dal 30 ottobre 2021 Palazzo Belloni a Bologna ospita Frida Kahlo - The Experience. Ojos que no ven corazón que no siente, evento che intende rivelare lo sguardo più intimo e privato dell’artista più amata del Messico. Una produzione Next Exhibition, curata da Alejandra Lopez, con il patrocinio dell’Ambasciata del Messico in Italia, del Consolato del Messico a Bologna e della Regione Emilia-Romagna, organizzata da Next Exhibition in collaborazione con December Sevens Duemila e Teatro EuropAuditorium.
Nelle sale storiche di Palazzo Belloni vengono ricostruiti ambienti, abiti e monili amati da Frida Kahlo, immergendo il pubblico in una dimensione realistica della vita dell’artista e della donna. 

La rassegna presenta la vita di Frida caratterizzata da una difficile condizione fisica e al tempo stesso dalla forte capacità di reazione e resilienza di fronte alle avversità. L’artista ha saputo trasformare la sua immobilità in opportunità e la sua sofferenza in un’energia che l’ha resa immortale. 

Il percorso indaga tutte le fasi della vita dell’artista attraverso una selezione unica di fotografie: l’infanzia, seguita dalla giovinezza dove manifesta la sua ribellione vestendosi con abiti da uomo, l’incontro con l’amore della sua vita, l’artista Diego Rivera, fino alla sua morte. È sul rapporto con Rivera che si concentra il documentario di Sky Arte, media partner dell’esposizione, dal titolo Artists in Love

Saranno presenti anche le ricostruzioni degli ambienti cari all’artista: la camera da letto e lo studio di Casa Azul.

L’ambientazione è completata con l’esposizione di abiti e monili e le riproduzioni di quanto indossato da Frida. La pittrice esprimeva se stessa attraverso accessori di ispirazione etnica e tribale e un abbigliamento colorato: questo aveva una funzione essenziale nella costruzione e nella cura dell’immagine dell’artista e si adattava alle sue esigenze; in risalto le gonne lunghe e caratteristiche che Frida usava per coprire la gamba destra, più sottile della sinistra a causa della poliomielite contratta a sei anni.

Infine sono presenti all’interno del percorso espositivo alcune proiezioni multimediali che coinvolgono il visitatore nel mondo di Frida.

Alejandra López, che per dieci anni ha coordinato la registrazione delle collezioni, la realizzazione di mostre temporanee e le attività di restauro dell’eredità di Frida a Casa Azul, spiega: “La mostra è una selezione visiva di momenti importanti nella vita di Frida Kahlo. È molto stimolante apprezzare le diverse fasi della sua vita, rivelando informazioni sulla sua cura personale, sull’intimità di incontri amichevoli, catturati magistralmente da famosi fotografi, nonché su momenti iconici nella storia del Messico”.

Per maggiori info: https://fridakhaloexperience.com/

L’evento sarà aperto al pubblico il mercoledì e giovedì dalle 14 alle 18; venerdì, sabato e domenica dalle 10 alle 18. Chiuso il martedì e mercoledì. Aperture straordinarie 1 novembre, 8 dicembre, 6 gennaio e 14 febrraio. Chiuso il 24 dicembre dalle ore 14, il 25 e il 26 dicembre, 1 gennaio. 

Biglietti: Intero 14 euro, ridotto 12 euro per over 65, under 12, partner convenzionati e studenti universitari; biglietto open 16 euro. Gratuito per minori di 6 anni. 

Apre a Bologna la mostra fotografica su Frida Kahlo che riscostruisce ambienti, abiti e monili dell'artista
Apre a Bologna la mostra fotografica su Frida Kahlo che riscostruisce ambienti, abiti e monili dell'artista


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER