Prato, il Centro Pecci omaggia il grande collezionista Alessandro Grassi con un'importante mostra


Al Centro Pecci di Prato è in programma, dal 7 settembre al 2 dicembre 2018, la mostra Codice colore. Opere dalla collezione di Alessandro Grassi

In concomitanza con il trentesimo anniversario della sua apertura (1988-2018), il Centro Pecci di Prato presenta la mostra Codice colore. Opere dalla collezione di Alessandro Grassi, che intende ricordare, attraverso la sua passione per l’arte e il colore, l’industriale e collezionista nato a Prato nel 1942, affermatosi a Milano con un’azienda di inchiostri tipografici, scomparso in Toscana nel 2009. Considerato fra i più significativi collezionisti italiani, a partire dagli anni Ottanta Grassi è stato uno dei primi sostenitori della Transavanguardia e un convinto fautore della pittura postmoderna e della fotografia contemporanea di area europea e americana.

La mostra, curata da Stefano Pezzato e in programma dal 7 settembre al 2 dicembre 2018, è incentrata su una selezione di opere provenienti dalla collezione di Alessandro Grassi oggi in comodato al Centro Pecci, ma comprede anche prestiti dal MART di Rovereto e da privati per delineare un percorso significativo seppure sintetico all’interno di una collezione che si stima abbia raccolto fino a 700 opere di oltre 280 artisti, fra le quali un centinaio di carattere fotografico, nell’arco di tre decenni. L’allestimento museale propone alcuni fra i maggiori nuclei della raccolta, rispecchiando interessi e criteri del collezionista, evidenziandone la predilezione per la pittura e la fotografia basate su valori espressivi ed emozionali veicolati principalmente attraverso l’uso del colore.

Per tutte le informazioni potete cliccare su questo link.

Nell’immagine: Being di Gilbert & George (1988)

Prato, il Centro Pecci omaggia il grande collezionista Alessandro Grassi con un'importante mostra
Prato, il Centro Pecci omaggia il grande collezionista Alessandro Grassi con un'importante mostra


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER