Alla Collezione Maramotti l'arte di Carlo Mollino rivisitata da Enoc Perez e Brigitte Schindler


Dal 4 ottobre al 16 maggio 2021, la Collezione Maramotti di Reggio Emilia ospita la mostra ’Enoc Perez, Brigitte Schindler, Carlo Mollino: Mollino / Insides’.

Dal 4 ottobre 2020 al 16 maggio 2021, la Collezione Maramotti di Reggio Emilia presenta la mostra Enoc Perez, Brigitte Schindler, Carlo Mollino: Mollino / Insides, una rassegna che mette assieme i dipinti di Enoc Perez (San Juan, 1967) con le fotografie di Brigitte Schindler (Monaco di Baviera, 1972) e di Carlo Mollino (Torino, 1905 - 1973). La rassegna si apre con alcune fotografie dell’ultima residenza di Mollino in via Napione a Torino (oggi diventata il Museo Casa Mollino) vista attraverso il pennello di Perez e l’obiettivo di Schindler, e termina con le fotografie di Mollino che ritraggono modelle colte attraverso l’essenza enigmatica dell’immaginario che abitano.

Mollino, uno dei più importanti fotografi italiani del Novecento, ha compiuto diverse ricerche sul corpo femminile, che divenne un tema ricorrente nella prima parte della sua carriera: si ricordano, in particolare, i suoi nudi in Polaroid degli anni Sessanta, ispirati dal surrealismo. Mollino sceglieva e preparava i suoi set, gli oggetti, gli abiti e gli accessori con cura scrupolosa, sistemando i suoi modelli in uno spazio unico e meticolosamente disegnato al fine di esaltare la bellezza dei soggetti e suggerire iconografie. Con uno sguardo visionario e sperimentale, Mollino ha composto immagini sofisticate e complesse che rappresentavano la controparte femminile della sua esistenza, un “esercito di farfalle” che doveva completare la sua figura.

L’appartamento di Mollino in via Napione, che tenne sempre segreto, venne raramente usato come set fotografico: era soprattutto un regno privato, concepito nei minimi dettagli affinché riflettesse la sua personalità. Viaggiando lungo un percorso eclettico, con il contenuto che era sempre preceduto dalla forma, Mollino lavorò con la sostanza di quella “necessaria parentesi” che era per lui la vita, indagando la bellezza della natura (e in particolare la natura umana) per esplorare i significati più profondi dell’esistenza del nostro tempo ed estenderli nell’aldilà.

La sua fotografia visionaria viene dunque ora reinterpretata da Enoc Perez e Brigitte Schindler. Il primo, portoricano, ha compiuto ricerche sugli edifici iconoci del XX secolo e sul ruolo che hanno avuto per l’immaginario collettivo, in quanto metafore sociali di fascino e bellezza. Ma allo stesso tempo, quello che sembra emergere dai suoi dipinti è la sostanza spettrale delle immagini: simboli che il tempo ha trasfigurato e trasportato in una dimensione più vaga e quasi onirica. La Collezione Maramotti ha diverse opere di questo artista. I dipinti che ritraggono Casa Mollino scaturiscono da una visita condotta nel settembre del 2019: Perez trasforma le stanze in dipinti lavorando sulla base di immagini fotografiche e aggiungendo nuovi livelli di lettura e di significato.

Anche Brigitte Schindler, come detto, ha preso ispirazione da questa casa: le fotografie dell’artista tedesca su Casa Mollino (esposte per la prima volta in questa occasione) catturano il mistero sospeso di questo spazio e le connessioni tra gli oggetti che Mollino ha scelto e disposto con cura. Attraverso un equilibrio di riflessioni, metamorfosi e rivelazioni, le visioni di Schindler conducono l’osservatore lungo un percorso estetico e concettuale alla scoperta del mondo complesso di Carlo Mollino. Schindler si concentra sull’essenza di dettagli apparentemente insignificanti e su come possono diventare indizi e chiavi per aprire una porta verso nuove stanze della visione.

La mostra è accompagnata da un libro con i saggi di Mario Diacono e Fulvio Ferrari e con testi di Enoc Perez e Brigitte Schindler. Apertura dal giovedì alla domenica, il giovedì e il venerdì dalle 14:30 alle 18:30, il sabato e la domenica dalle 10:30 alle 18:30. Chiuso il 1° novembre, il 25 e il 26 dicembre, il 1° e il 6 gennaio, il 25 aprile e il 1° maggio. Per info visitare il sito della collezione Maramotti.

Nell’immagine una delle modelle di Carlo Mollino.

Alla Collezione Maramotti l'arte di Carlo Mollino rivisitata da Enoc Perez e Brigitte Schindler
Alla Collezione Maramotti l'arte di Carlo Mollino rivisitata da Enoc Perez e Brigitte Schindler


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER