A Roma, tagli e buchi di Lucio Fontana tra i capolavori di Bernini e Caravaggio. La mostra alla Galleria Borghese


Dal 22 maggio al 28 luglio 2019, la Galleria Borghese di Roma ospita la mostra ’Lucio Fontana. Terra e oro’.

S’intitola Lucio Fontana. Terra e oro la mostra che la Galleria Borghese di Roma dedica al padre dello spazialismo. Curata da Anna Coliva, direttrice del museo romano, la rassegna espone una specifica produzione di Lucio Fontana (Rosario, 1899 - Comabbio, 1968), i Concetti spaziali in oro e le Crocifissioni in ceramica. L’arte del Novecento torna dunque in Galleria, e lo fa per la prima volta con un artista italiano dopo le esposizioni dedicate all’irlandese Bacon, allo svizzero Giacometti e allo spagnolo Picasso. La mostra, si legge in una nota, “si inserisce nel programma di ricerca che il museo conduce da anni sulla propria eccezionalità di luogo, che è altamente significativo quale concentrato e identità combinata di collezione e spazio”.

In tutto sono circa quaranta le opere esposte tra dipinti a olio in oro e ceramiche realizzate principalmente tra il 1958 e il 1968. La mostra intende ricoprire una precisa funzione, ovvero intende dimostrare al pubblico come i problemi che Lucio Fontana si pose con i suoi tagli, i suoi buchi e le sue ceramiche, si collochino in continuazione con le questioni dell’arte del Rinascimento e del Barocco: in particolare, si vuole dimostrare la costante attualità del problema del rapporto con lo spazio, della sua definizione, della ricerca del suo superamento. In questo percorso l’oro acquista un valore ulteriore, in quanto astrazione massima e antinaturalistica ed esso stesso componente spaziale che, com’era nell’antichità (classica, paleocristiana, medievale, rinascimentale e barocca), si fa sintesi di luce e spazio.

La mostra è accompagnata da un catalogo con testo introduttivo di Anna Coliva e saggio critico di Germano Celant. Si può visitare dal 22 maggio al 28 luglio 2019 negli orari d’apertura del museo, ovvero dal martedì alla domenica dalle 9 alle 19. Il biglietto per la visita al museo ha il costo di 18 euro (più 2 di prenotazione obbligatoria). Il ridotto, per ragazzi tra 18 e 25 anni, costa 7 euro (sempre con prenotazione obbligatoria aggiuntiva di due euro), mentre entrano gratis (senza costi di prenotazione) i diversamente abili e le guide turistiche. Entrano gratis con 2 euro di prenotazione gli under 18, gli studenti e docenti di Architettura, Lettere (indirizzo archeologico o storico-artistico), Conservazione dei Beni Culturali e Scienze della Formazione, Accademie di Belle Arti; dipendenti del MiBAC; membri ICOM; giornalisti con tesserino dell’ordine; gruppi scolastici con accompagnatore, personale docente della scuola, di ruolo o con contratto a termine, dietro esibizione di idonea attestazione rilasciata dalle istituzioni scolastiche.

Per tutte le info, visitare il sito ufficiale della Galleria Borghese.

Nella foto: una veduta della mostra. Photo Credit Niccolò Ara © Fondazione Lucio Fontana by SIAE 2019

A Roma, tagli e buchi di Lucio Fontana tra i capolavori di Bernini e Caravaggio. La mostra alla Galleria Borghese
A Roma, tagli e buchi di Lucio Fontana tra i capolavori di Bernini e Caravaggio. La mostra alla Galleria Borghese


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER