Al Mart artisti contemporanei reinterpretano il concetto di Camera Picta


Otto artisti contemporanei reinterpretano al Mart di Trento l’antico concetto di Camera Picta, ispirandosi al Ciclo dei Mesi di Torre Aquila.

Dal 19 giugno al 12 settembre 2021 il Mart di Trento presenta nei suoi spazi espositivi la mostra Camera Picta, a cura di Margherita de Pilati, Gabriele Lorenzoni e Federico Mazzonelli. 

Come sottolineato dal titolo, la rassegna intede concentrarsi sul concetto di camera picta, ovvero un ambiente interamente decorato in grado di modificare la percezione stessa dell’architettura in cui ci si trova, e in particolare sulla reinterpretazione contemporanea dell’antico concetto. 

Otto artisti contemporanei (Francesco Arena, Stefano Arienti, Benni Bosetto, Andrea Mastrovito, Fabrizio Perghem, Alessandro Piangiamore, Federico Pietrella ed Esther Stocker) realizzeranno speciali camere picte utilizzando tecniche tradizionali come la pittura e la scultura e tecniche contemporanee come l’installazione, la luce, il suono. 

Modello di riferimento sarà il Ciclo dei Mesi di Torre Aquila, uno dei capolavori custoditi nel Castello del Buonconsiglio di Trento, affrescato tra la fine del Trecento e l’inizio del Quattrocento dal Maestro Venceslao in stile gotico internazionale. E nelle sale del Castello il progetto espositivo sarà completato dall’opera di Francesco De Grandi, una versione del mese di marzo che, mettendo in dialogo epoche diverse, colma idealmente una lacuna del ciclo d’affreschi. 

Per maggiori info: www.mart.trento.it

Immagine: Esther Stocker, Senza Titolo (2021; installazione ambientale site specific) Courtesy l’artista

Al Mart artisti contemporanei reinterpretano il concetto di Camera Picta
Al Mart artisti contemporanei reinterpretano il concetto di Camera Picta


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE