Il Mart dedica una mostra focus ad Achille Funi, a cinquant'anni dalla scomparsa


Il Mart di Rovereto dedica una mostra focus al pittore ferrarese Achille Funi, in occasione del cinquantesimo anniversario della scomparsa. Due le tematiche: il ritratto e il mito. 

In occasione del cinquantesimo anniversario della scomparsa, il Mart di Rovereto dedica dal 30 ottobre 2022 al 5 febbraio 2023 una mostra focus al pittore ferrarese Achille Funi (Ferrara, 1890 – Appiano Gentile, 1972).

Focus | Achille Funi (1890-1972). Il volto, il mito è stata realizzata da un’idea di Vittorio Sgarbi ed è a cura di Nicoletta Colombo, responsabile dell’archivio Funi di Milano, e Daniela Ferrari, curatrice del Mart, con la collaborazione di Serena Redaelli.

Achille Funi è uno degli autori più amati tra quelli presenti nel patrimonio del museo trentino. Fu uno dei protagonisti di Novecento italiano, la corrente artistica ideata dalla studiosa e mecenate Margherita Sarfatti, di cui il Mart ha acquisito parte della collezione, numerosi fondi archivistici e librari e alla quale ha dedicato una grande mostra nel 2018. Di Funi il Mart conserva otto opere, tra cui Genealogia o La mia Famiglia realizzata tra il 1918 e il 1919 e giunta a Rovereto solo pochi mesi fa. Inoltre, l’intera opera di Funi e le vicende che lo riguardano sono fortemente documentate nei fondi dell’Archivio del ’900, il centro di ricerca del Mart.

È dall’intreccio di relazioni, alleanze e di storie sulla storia dell’arte che nasce il focus che il Mart dedica a Funi nel cinquantesimo anniversario della morte.

Come suggerito dal titolo, la mostra ne presenta l’opera seguendo due tematiche: quella del ritratto e quella del mito. Attraverso questi due filoni di ricerca, quasi cinquanta opere descrivono l’intero percorso artistico di Achille Funi. Se nei dieci autoritratti è interessante notare i cambiamenti stilistici e autopercettivi, oltre a quelli determinati dal procedere del tempo, nei ritratti agli amici è possibile riconoscere artisti e intellettuali come Eugenio Montale, Piero Marussig e la committente e prima sostenitrice Margherita Sarfatti. Una menzione particolare meritano i dipinti dedicati agli affetti più cari, come la madre e soprattutto la sorella Margherita a cui Funi fu sempre molto legato.

La dimensione del mito pervade ogni opera. Nel solco delle espressioni che hanno caratterizzato la prima metà del Novecento, tra Metafisica, Realismo Magico e Ritorno all’ordine, la riscoperta del classico si mescola con espliciti richiami alla tradizione rinascimentale. Il tutto pervaso da quel senso di sospensione che ha caratterizzato l’arte italiana nel periodo tra le due guerre.

Per info: www.mart.tn.it

Orari: Da martedì a domenica dalle 10 alle 18; venerdì dalle 10 alle 21. Chiuso il lunedì.

Biglietti: Intero 11 euro, ridotto 7 euro. Gratuito fino ai 14 anni e persone con disabilità.

Immagine: Achille Funi, Ragazzo con le mele (Il fanciullo con le mele), dettaglio (1921; Mart, Collezione VAF-Stiftung)

Informazioni sulla mostra

Titolo mostraFocus | Achille Funi (1890-1972). Il volto, il mito
CittàRovereto
SedeMart
DateDal 30/10/2022 al 05/02/2023
ArtistiAchille Funi
CuratoriNicoletta Colombo, Serena Redaelli, Daniela Ferrari
TemiNovecento

Il Mart dedica una mostra focus ad Achille Funi, a cinquant'anni dalla scomparsa
Il Mart dedica una mostra focus ad Achille Funi, a cinquant'anni dalla scomparsa


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER


Le opere di Irma Blank in mostra alla Fondazione ICA Milano
Le opere di Irma Blank in mostra alla Fondazione ICA Milano
“The Weather was mild on the day of my departure”: a Milano la nuova personale di Paolo Parisi
“The Weather was mild on the day of my departure”: a Milano la nuova personale di Paolo Parisi
Firenze, doppia mostra alla Galleria Eduardo Secci: Marco Tirelli e Radu Oreian
Firenze, doppia mostra alla Galleria Eduardo Secci: Marco Tirelli e Radu Oreian
Gli affreschi dei Carracci di Palazzo Fava in dialogo con opere moderne e contemporanee.
Gli affreschi dei Carracci di Palazzo Fava in dialogo con opere moderne e contemporanee.
A Milano i quadri-scultura con scrittura braille di Fulvio Morella
A Milano i quadri-scultura con scrittura braille di Fulvio Morella
Il tempo nell'arte barocca è in mostra a Roma, a Palazzo Barberini
Il tempo nell'arte barocca è in mostra a Roma, a Palazzo Barberini