A Palermo la mostra della giovane artista svizzera Deborah-Joyce Holman


L’Istituto Svizzero presenta, all’Archivio Storico Comunale di Palermo, la mostra ’Spill I-III’ della giovane elvetica Deborah-Joyce Holman, che lavora con video, installazioni e scultura.

Palermo, l’Istituto Svizzero presenta, presso la sede dell’Archivio Storico Comunale, la mostra Spill I-III, personale dell’artista elvetica Deborah-Joyce Holman (Basilea, 1991), che lavora con video, installazioni e scultura, concentrandosi sulla scrittura come pratica creativa. L’artista si interessa al modo in cui il linguaggio costruisce l’identità e si interroga sulle questioni relative all’autorialità. Per la mostra Spill I-III, il film su tre schermi è stato quasi interamente girato in Sicilia. Attraverso una libera associazione di immagini visibile sui tre schermi (tra cui rocce laviche, acqua che scorre e due bocche che si baciano) lo spettatore sperimenta una sorta di poema visivo che si rifà alle teorie del poeta e filosofo Édouard Glissant: una profonda riflessione sul colonialismo e la schiavitù, ma anche una potente visione di un mondo in cui la diversità culturale e la relazione tra persone e luoghi, esseri umani e non umani, forze visibili e invisibili, aria, acqua, fuoco e vegetazione sono costantemente attivate.

Deborah-Joyce Holman è artista multidisciplinare e vive tra Londra e Basilea. Nel 2020-2022 ha lavorato presso l’organizzazione artistica di East London Auto Italia prima in ambito direttivo, poi in ambito curatoriale. Ha fondato 1.1, una piattaforma per artiste/artisti alle prime armi nel campo delle arti, della musica e delle pratiche testuali, con uno spazio espositivo a Basilea, attivo dal 2015 al 2020. Deborah-Joyce ha curato le mostre collettive annuali del 2018 e del 2019 per il festival artistico e musicale Les Urbaines di Losanna, presentando opere di recente commissione di oltre 15 artiste/artisti internazionali. Il loro lavoro è stato esposto a livello internazionale, tra cui mostre presso schwarzescafé, Luma Westbau, Zurigo (personale, 2022); Institute of Contemporary Arts, Londra (2022); Centre Culturel Suisse, Parigi (2022); The Shed, New York City (2021); 7a Biennale di Atene (2021); La Quadriennale di Roma (2020); Material Art Fair, Città del Messico (2020).

L’opera video di Deborah-Joyce Holman è co-prodotta con Confort Moderne, Nottingham Contemporary e Shedhalle Zurich su iniziale proposta di Caroline Honorien. Alcune immagini sono state dirette da Tarek Lakhrissi. La produzione del suono è realizzata in collaborazione con Yantan Ministry.

Per tutte le informazioni, potete telefonare al numero +39 06 420 421 oppure mandare una mail a roma@istitutosvizzero.it.

Per conoscere meglio l’artista, potete visitare il suo sito ufficiale.

Nell’immagine: Deborah-Joyce Holman, film still Spill I-III. Courtesy of the artist

Informazioni sulla mostra

Titolo mostraSpill I-III
CittàPalermo
SedeArchivio Storico Comunale
DateDal 05/10/2022 al 05/11/2022
ArtistiDeborah-Joyce Holman

A Palermo la mostra della giovane artista svizzera Deborah-Joyce Holman
A Palermo la mostra della giovane artista svizzera Deborah-Joyce Holman


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER


A Palermo una mostra su Andrea Di Marco nel decennale della scomparsa
A Palermo una mostra su Andrea Di Marco nel decennale della scomparsa
A Palermo ecco la seconda edizione di BAM, festival internazionale di teatro, musica e arti visive
A Palermo ecco la seconda edizione di BAM, festival internazionale di teatro, musica e arti visive
Quando le statue sognano. Al Museo Salinas il contemporaneo è in dialogo con l'archeologia
Quando le statue sognano. Al Museo Salinas il contemporaneo è in dialogo con l'archeologia
Un po' scimmia, sia uomo che donna: l'Homo Sapiens Sapiens Sapiens di Luigi Presicce
Un po' scimmia, sia uomo che donna: l'Homo Sapiens Sapiens Sapiens di Luigi Presicce
A Palermo apre la mostra “Mapping”, personale di Julien Friedler
A Palermo apre la mostra “Mapping”, personale di Julien Friedler
A Palermo la personale “Vivere” di Luciana Picchiello
A Palermo la personale “Vivere” di Luciana Picchiello