Il Mart dedica una mostra al primitivismo colto di Tullio Garbari


Il Mart presenta a Palazzo delle Albere una mostra dedicata al primitivismo colto di Tullio Garbari. Dal 21 dicembre 2019 al 23 febbraio 2020. 

Il Palazzo delle Albere di Trento presenta dal 21 dicembre 2019 al 23 febbraio 2020 la mostra Tullio Garbari. Primitivismo e modernità

Tullio Garbari (Pergine Valsugana, 1892 – Parigi, 1931) è stato un artista e poeta che si è confrontato con gli esponenti dell’avanguardia italiana, inserendosi nel dibattito culturale del Novecento; la sua pittura è caratterizzata da forme semplici, interpretando valori profondamente radicati nel territorio trentino. Le sue opere sono espressione di un primitivismo colto che si basa sullo studio del passato. 

In mostra sarà esposta una selezione di opere di Garbari provenienti dalle raccolte provinciali e custodite nelle collezioni museali. 

Alcuni video inseriti nel percorso espositivo, realizzati con i materiali documentari provenienti dall’Archivio fotografico e mediateca, illustreranno inoltre la storia espositiva del Mart, che ritrova alcuni spazi dove sono state ospitate le collezioni e le mostre del museo. 

L’esposizione è presentata dal Mart di Rovereto

Per info: mart.trento.it

Orari: Da martedì a domenica dalle 10 alle 18; venerdì dalle 10 alle 21. Chiuso il lunedì. 

Immagine: Tullio Garbari, La sibilla cumana, dettaglio (1930; Mart, Provincia autonoma di Trento - Soprintendenza per i beni culturali)

Il Mart dedica una mostra al primitivismo colto di Tullio Garbari
Il Mart dedica una mostra al primitivismo colto di Tullio Garbari


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER