Uffizi, tornano le sale virtuali per bambini, in attesa della primavera


Dal weekend riprendono alle Gallerie degli Uffizi le sale virtuali per bambini. Il format didattico racconta due opere delle collezioni legate a un tema comune. 

Alle Gallerie degli Uffizi tornano le sale virtuali per bambini. Dopo il successo di Uffizi sotto l’albero, con il racconto di capolavori a tema natalizio, prenderà il via già dal weekend il secondo capitolo del format didattico web: Aspettando primavera. Un girotondo alle Gallerie degli Uffizi

All’interno di stanze virtuali accessibili a famiglie e bambini (fino a un massimo di dieci) saranno raccontate da un’esperta del Dipartimento per l’Educazione due opere legate da un filo conduttore comune. La narrazione, della durata di 30-40 minuti avrà per protagonisti dipinti, soggetti e temi diversi.

L’iniziativa avrà inizio con due temi: l’amore (in occasione di San Valentino) e il Carnevale

Tutti potranno ascoltare e interagire con il narratore esperto e sarà possibile chiamare anche amici e parenti lontani, partecipando insieme agli incontri. Le conversazioni potranno essere, oltre che in italiano, anche in inglese, francese, spagnolo e in Lis. 

Per accedere alla visita interattiva è previsto un costo complessivo di 40 euro, a copertura dell’assistenza didattica; si potrà partecipare tramite prenotazione, scrivendo a ga-uff.scuolagiovani@beniculturali.it. Le prenotazioni per ogni fine settimana verranno accettate solo se completate anche nel pagamento entro le ore 12 del venerdì corrispondente.

Tutte le info su https://www.uffizi.it/visite-speciali/aspettando-primavera 

Uffizi, tornano le sale virtuali per bambini, in attesa della primavera
Uffizi, tornano le sale virtuali per bambini, in attesa della primavera


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma