Riaprono i monumenti del Duomo di Firenze: cambiano orari e bigliettazione. Perdite per 20milioni di euro


Da venerdì 22 maggio riaprono i monumenti del Duomo di Firenze con cambiamenti nelle modalità di visita. Nel 2020 perdite per 20milioni di euro.

Da domani, venerdì 22 maggio, riapriranno al pubblico i monumenti del Duomo di Firenze: sarà possibile visitare gratuitamente (fino alla fine di maggio), previa prenotazione obbligatoria online, la Cattedrale, il Battistero, il Campanile di Giotto e il Museo dell’Opera del Duomo. Resterà chiusa al pubblico fino al 18 giugno la Cupola del Brunelleschi per lavori di manutenzione all’impianto di illuminazione. 

“L’Opera di Santa Maria del Fiore riapre seppur con un volto completamente diverso” ha commentato il Presidente Luca Bagnoli. "Il venir meno della stagione turistica avrà un pesante impatto sulla nostra Istituzione. 20 milioni di euro di ricavi perduti – come l’impegno di quattro anni di restauri che in queste condizioni sono resi impossibili – costringeranno l’Opera a interventi drastici per adempiere all’obbligo giuridico di conservazione del patrimonio monumentale a essa affidato. Inevitabile conseguenza la riorganizzazione dello svolgimento delle attività e il doloroso azzeramento della programmazione culturale, per cui sono state sospese le Celebrazioni per i 600 anni della Cupola, le rassegne musicali O Flos Colende e Note al Museo e interrotta la collaborazione con la Pergola per l’impiego del Teatro Niccolini. Nonostante questo riapriamo per dare un segnale di speranza concreto, per dire ai fiorentini e a tutto il mondo che noi siamo pronti ad accogliere in sicurezza quanti verranno a Firenze".

Dal primo giugno gli orari di visita cambieranno: i monumenti e il Museo saranno aperti tutti i fine settimana (venerdì, sabato e domenica) e il 24 giugno, Festa di San Giovanni. Per i mesi successivi gli orari di apertura potranno aumentare progressivamente, in base ai flussi turistici, per poi tornare nel più breve tempo possibile ai consueti orari. 

Anche la bigliettazione cambierà: da un biglietto unico si passerà a cinque giornalieri per ogni monumento. Anche per visitare la Cattedrale sarà necessario prenotare un ingresso gratuito con il giorno e l’ora. Per accedere alla Cupola e al Campanile il costo del biglietto sarà di 15 euro per ognuno dei monumenti; l’ingresso al Museo avrà il prezzo di 10 euro e 5 al Battistero. La Cripta di Santa Reparata rimarrà, per il momento, non accessibile al pubblico, poiché non ci sono le condizioni necessarie per una visita in sicurezza.

Per garantire la massima sicurezza, l’Opera di Santa Maria del Fiore ha adottato le misure previste dal governo, tra cui la gestione controllata e programmata dei flussi dei visitatori attraverso la prenotazione obbligatoria con percorsi a senso unico. Di conseguenza ci sarà una notevole riduzione del numero d’ingressi che passeranno al giorno dai 3.500 del 2019 al massimo di 1.000 al Museo dell’Opera del Duomo e 80 sul Campanile di Giotto. Per quanto riguarda gli altri monumenti, potranno accedere alla Cupola 304 persone ogni fine settimana, 1.710 al Battistero, 3.750 alla Cattedrale. Sulla Cupola del Brunelleschi e sul Campanile di Giotto si potrà accedere solo accompagnati in piccoli gruppi. Nel Battistero saranno a disposizione delle guide per illustrare il monumento e il restauro in corso. Nel Museo il percorso esclude per il momento la visita all’ultimo piano per l’impossibilità a creare un itinerario a senso unico.

Come già annunciato, l’Opera di Santa Maria del Fiore sarà la prima istituzione al mondo ad adottare in ambito museale il nuovo dispositivo indossabile per mantenere la distanza di sicurezza tra visitatori.

Tra le altre misure di sicurezza adottate, la sanificazione e l’igienizzazione certificata dei locali, l’ingresso controllato, la misurazione della temperatura, le postazioni di sanificazione delle mani, le protezioni anti contagio alle biglietterie e al guardaroba.  I visitatori avranno l’obbligo di indossare la mascherina. 

Per tutte le informazioni: www.duomo.firenze.it 

Riaprono i monumenti del Duomo di Firenze: cambiano orari e bigliettazione. Perdite per 20milioni di euro
Riaprono i monumenti del Duomo di Firenze: cambiano orari e bigliettazione. Perdite per 20milioni di euro


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Toscana    

NEWSLETTER