Uffizi: riapre il 30 maggio la Sala dell'Ermafrodito


Riaprirà il prossimo 30 maggio la Sala dell’Ermafrodito agli Uffizi di Firenze, attualmente chiusa per risolvere un problema d’infiltrazioni.

Lavori in corso agli Uffizi di Firenze: per risolvere i problemi di infiltrazioni d’acqua che nei giorni scorsi avevano interessato la sala 38, quella che ospita il celebre Ermafrodito, l’ambiente dovrà rimanere chiuso per permettere la sostituzione dei vetri del lucernario che hanno causato il problema. Nel frattempo, l’Ermafrodito sarà temporaneamente spostato nel Ricetto davanti alla sala.

L’opera, importante copia romana di epoca imperiale di un originale ellenistico che risale alla metà del II secolo a.C., tornerà nella sua abituale collocazione il 30 maggio, data prevista per la riapertura a meno di gravi imprevisti.

Nella foto: l’Ermafrodito nella sua collocazione temporanea.

Uffizi: riapre il 30 maggio la Sala dell'Ermafrodito
Uffizi: riapre il 30 maggio la Sala dell'Ermafrodito


Se ti è piaciuto questo articolo
abbonati al magazine di Finestre sull'Arte.
176 pagine da sfogliare, leggere, sottolineare e collezionare.
176 pagine di articoli ed approfondimenti inediti ed esclusivi.
Lo riceverai direttamente a casa tua. Non lo troverai in edicola!

176 pagine, 4 numeri all'anno, al prezzo di 29,90 €

ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


I fumetti arrivano nei musei: Franceschini presenta il nuovo progetto dei musei italiani
I fumetti arrivano nei musei: Franceschini presenta il nuovo progetto dei musei italiani
#BotticelliSpringMarathon: con il contest degli Uffizi diventiamo tutti Botticelli
#BotticelliSpringMarathon: con il contest degli Uffizi diventiamo tutti Botticelli
Accordo tra i musei del Piemonte e l'Hermitage di San Pietroburgo
Accordo tra i musei del Piemonte e l'Hermitage di San Pietroburgo
Il Museo di Capodimonte compie 60 anni
Il Museo di Capodimonte compie 60 anni
L'Opera del Duomo di Firenze lancia un nuovo concorso, 600 anni dopo quello vinto da Brunelleschi
L'Opera del Duomo di Firenze lancia un nuovo concorso, 600 anni dopo quello vinto da Brunelleschi
Il cane del Guercino venduto per 570.000 sterline
Il cane del Guercino venduto per 570.000 sterline