Cleopatra

Autore: Guido Reni
1640 circa
Firenze, Galleria Palatina di Palazzo Pitti

Questa Cleopatra di Guido Reni si trova a Palazzo Pitti a Firenze, dove era già attestata nel 1640 presso le collezioni del cardinale Leopoldo de' Medici, al quale era stata inviata da un nobile bolognese, il marchese Ferdinando Cospi. Guido Reni era bolognese, e fu il massimo esponente del classicismo bolognese del Seicento: questa opera ne è un tipico esempio, e appartiene all'ultima fase della carriera del grande artista.

Solitamente molto sensuale, la regina dell'Egitto viene invece presentata in modo molto idealizzato, come era tipico della pittura bolognese classicista: lo sguardo rivolto verso il cielo nel momento in cui Cleopatra compie il suicidio, potrebbe tranquillamente essere quello di una qualsiasi santa di Guido Reni, il corpo non ha alcunché di provocante e non sottende alcun tipo di erotismo, l'aspide tra le mani della regina sembra quasi un innocuo vermetto.

L'ambiente è decorato con tendaggi e tessuti pregiati, e in primo piano notiamo una cesta colma di fichi: secondo la storia infatti, Cleopatra si sarebbe fatta portare l'aspide nascosto proprio nella cesta di fichi.

18 giugno 2013
Per approfondire l'arte di Guido Reni: https://www.finestresullarte.info/Puntate/2009/08-guido-reni.php

Per approfondire la Galleria Palatina di Palazzo Pitti:
https://www.finestresullarte.info/musei-d-italia/2012/08-galleria-palatina-palazzo-pitti-firenze.php

Cleopatra di Guido Reni


Aspetta, non chiudere la pagina subito! Ti chiediamo solo trenta secondi del tuo tempo: se quello che hai appena letto ti è piaciuto, clicca qui per iscriverti alla nostra newsletter! Niente spam (promesso!), e una sola uscita settimanale per aggiornarti su tutte le nostre novità!





Torna all'elenco dei capolavori della rubrica "L'opera del giorno"