Buone notizie: Franceschini ha istituito un tavolo permanente per i lavoratori della cultura


Buone notizie per i professionisti della cultura: il ministro dei beni culturali Dario Franceschini ha istituito un tavolo permanente per i lavoratori del settore.

Finalmente una buona notizia per i professionisti della cultura: il ministro dei beni culturali Dario Franceschini ha infatti dato oggi il via al tavolo permanente per la tutela dei lavoratori degli istituti e dei luoghi della cultura, firmando un decreto che lo istituisce. Il tavolo servirà soprattutto per far attraversare ai professionisti il periodo della pandemia di Covid-19 nel migliore dei modi.

“Nasce il tavolo permanente per i lavoratori dei musei, degli archivi e delle biblioteche, un nuovo spazio istituzionale per un costante ascolto delle esigenze dei professionisti di uno dei settori maggiormente colpiti dalla pandemia”: così ha commentato il ministro Franceschini. “In vista delle misure di rilancio”, ha aggiunto, “si rafforza così il dialogo e il confronto già intrapreso dal Ministero per la definizione degli interventi di ristoro”.

Il tavolo è presieduto dal Direttore generale musei ed è composto dalle organizzazioni sindacali e dalle associazioni di settore. Vi partecipano anche il Direttore generale Archivi, il Direttore generale Biblioteche e diritto autore e i rappresentanti delle istituzioni culturali in base ai temi trattati. Compito principale del tavolo sarà quello di esaminare le problematiche connesse all’emergenza da COVID-19 nel settore di competenza per valutare l’adozione di opportune iniziative relative di contrasto e contenimento dei danni diretti e indiretti derivanti dall’emergenza sanitaria. Ma naturalmente si spera che la sua vita possa andare anche al di là della durata della pandemia.

Buone notizie: Franceschini ha istituito un tavolo permanente per i lavoratori della cultura
Buone notizie: Franceschini ha istituito un tavolo permanente per i lavoratori della cultura


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma