Franceschini si esalta coi numeri della prima online del San Carlo: “Netflix intuizione giusta”


Secondo il ministro dei beni culturali Dario Franceschini, gli ottimi numeri della prima online del San Carlo di Napoli dimostrano che la Netflix della cultura è un'intuizione giusta.

Per il ministro dei beni culturali Dario Franceschini i numeri registrati dalla prima del Teatro San Carlo di Napoli, che è stata diffusa online, sono materia con cui esaltarsi: per l’inaugurazione in streaming della stagione del teatro napoletano sono stati infatti venduti oltre 40mila biglietti, al costo di 1,09 euro l’uno, per la diretta trasmessa a partire dalle 20 di venerdì e rimasta disponibile per la visione in differita per i successivi tre giorni, su di un’apposita pagina Facebook.

E per Franceschini è la dimostrazione del fatto che l’idea di una “Netflix della cultura” sia stata una “intuizione giusta”. “Un successo enorme con decine di migliaia di persone collegate in tutto il mondo che che ci spinge ad andare avanti sul progetto della piattaforma digitale della cultura”, ha dichiarato. “La piattaforma digitale è un progetto a cui stiamo lavorando per poter offrire la cultura italiana a tutti e in tutti i paesi del mondo”. Non mancano però le critiche alla modalità in cui la piattaforma sta prendendo forma, e il suo sviluppo è già stato oggetto di un’interrogazione parlamentare.

Ora l’opera del San Carlo sarà per una settimana disponibile on demand sul sito del teatro, dopodiché passerà sulla piattaforma della Deutsche Grammophon.

Franceschini si esalta coi numeri della prima online del San Carlo: “Netflix intuizione giusta”
Franceschini si esalta coi numeri della prima online del San Carlo: “Netflix intuizione giusta”


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Cinquecento     Novecento     Ottocento     Quattrocento     Toscana     Firenze     Barocco     Roma