Franceschini: "I testi dei cantautori andrebbero insegnati nelle scuole"


Durante l’incontro con la cantautrice Patti Smith, Dario Franceschini ha affermato che i testi dei cantautori andrebbero studiati nelle scuole.

Durante l’incontro con Patti Smith al Centro Studi e Archivio della Comunicazione dell’Università di Parma, presso l’Abbazia di Valserena, il Ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini ha affermato: "I testi dei cantautori andrebbero insegnati nelle scuole perché sono una forma d’arte, e oltretutto le parole delle canzoni dei grandi artisti internazionali e italiani sono un pezzo della formazione culturale dei valori che hanno accompagnato intere generazioni”.

Alla cantautrice è stata conferita la laurea ad honorem.

Fonte: ANSA

 

Franceschini:
Franceschini: "I testi dei cantautori andrebbero insegnati nelle scuole"


Se ti è piaciuto questo articolo
abbonati al magazine di Finestre sull'Arte.
176 pagine da sfogliare, leggere, sottolineare e collezionare.
176 pagine di articoli ed approfondimenti inediti ed esclusivi.
Lo riceverai direttamente a casa tua. Non lo troverai in edicola!

176 pagine, 4 numeri all'anno, al prezzo di 29,90 €

ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


Vuoi mangiare un panino davanti alla Fontana di Trevi? Per te una multa da 240 euro
Vuoi mangiare un panino davanti alla Fontana di Trevi? Per te una multa da 240 euro
Protesta delle guide turistiche, domani a Firenze la manifestazione nazionale
Protesta delle guide turistiche, domani a Firenze la manifestazione nazionale
Manovrina, tagli al MiBACT per 12 milioni
Manovrina, tagli al MiBACT per 12 milioni
Nuovo colpo a Franceschini: il TAR boccia il Parco del Colosseo, Raggi esulta
Nuovo colpo a Franceschini: il TAR boccia il Parco del Colosseo, Raggi esulta
Dario Franceschini insignito della Legion d'Onore per i caschi blu della cultura
Dario Franceschini insignito della Legion d'Onore per i caschi blu della cultura
Il sottosegretario del MiBACT: l'allarme sui vaccini nuoce al turismo
Il sottosegretario del MiBACT: l'allarme sui vaccini nuoce al turismo