Finestre sull'Arte - Tredicesima puntata

Nanni di Banco

Nanni di Banco


La scultura a Firenze agli albori del Rinascimento



Puntata 13 - 29 agosto 2012
Durata: 23'33"



Clicca qui per il download diretto


È difficile trovare un artista più legato di Giovanni di Banco, detto Nanni, alla sua città: operò infatti sempre a Firenze e ancora oggi tutte le sue sculture di cui abbiamo conoscenza si trovano concentrate in una passeggiata di duecento metri nel cuore del capoluogo toscano. Proveniente da una famiglia di scalpellini di lunga tradizione, Nanni di Banco si formò nell'ambito del gotico internazionale con gli artisti che lavoravano al cantiere della porta della Mandorla, e dato che in quegli anni (siamo alla fine del Quattrocento) si andava diffondendo l'interesse per l'antichità, anche Nanni rimase subito affascinato dal mondo classico. Si misurò con altri grandi artisti del tempo, come Lorenzo Ghiberti e Donatello, proponendo uno stile che guardava da un lato all'eleganza e alle forme tipicamente tardo gotiche ma dall'altro era già proiettato verso le novità del Rinascimento: oggi scopriamo le sue opere con Ilaria e Federico.

Immagine: Isaia (particolare), 1408; marmo, h. 193 cm; Firenze, Museo dell'Opera del Duomo.



Approfondimenti

Giovanni d'Antonio di Banco detto Nanni di Banco (Firenze, 1380 ca. - 1421)

Biografia


1380 ca. Giovanni d'Antonio di Banco, detto Nanni, nasce a Firenze attorno a quest'anno da Antonio, scalpellino, e da Giovanna Succhielli, anch'ella proveniente da una famiglia di scalpellini. Scalpellino inoltre è anche il nonno paterno Banco, che insieme ad Antonio gestisce una bottega a Firenze.
1390 ca. Attorno all'inizio dell'ultimo decennio del Trecento Nanni inizia a lavorare come scalpellino nella bottega di famiglia e ha poi occasione di vedere gli artisti al lavoro nel cantiere della porta della Mandorla (Duomo di Santa Maria del Fiore), dove compie anche il suo esordio artistico.
1404 Si iscrive all'Arte dei Maestri di Pietra e del Legname.
1406 ca. Attorno a quest'anno risale la realizzazione del Cristo in Pietà della porta della Mandorla, attribuito però anche a Donatello e a Nanni di Bartolo: non sappiamo con sicurezza chi sia l'autore.
1407 ca. Realizzazione della statua del Profetino, per la quale però è stato anche avanzato il nome di Donatello.
1408 Nanni realizza la sua prima opera documentata con sicurezza, l'Isaia per la facciata del Duomo di Firenze. Nello stesso anno gli viene affidato il San Luca sempre per il Duomo, che sarà terminato nel 1413.
1409 L'Arte dei Maestri di Pietra e del Legname commissiona a Nanni quello che è considerato il suo maggior capolavoro, i Quattro Santi Coronati: l'opera sarà consegnata nel 1416.
1410 L'Arte dei Calzolai gli commissiona il San Filippo per la chiesa di Orsanmichele, terminato nel 1412.
1414 Inizia l'Assunzione della Vergine per la porta della Mandorla, finita nel 1420.
1417 Inizia a lavorare al Sant'Eligio commissionatogli dall'Arte dei Fabbri per la chiesa di Orsanmichele: si tratta della sua ultima opera, che sarà finita nel 1421.
1421 L'artista scompare a Firenze.
La biografia dell'artista è disponibile gratuitamente in formato PDF, in modo da poterla scaricare, salvare e stampare! Si tratta di un documento agile e rapido che è possibile scaricare liberamente con il sistema Pay with a tweet: significa che è possibile avere la biografia in cambio di un tweet su Twitter o di un post su Facebook. Per scaricarla clicca sul pulsante qua sotto!
Scarica gratis in cambio di un tweet o di un post su Facebook!
Relazioni


Allievo di: Giovanni d'Ambrogio
Guardò a: Lorenzo Ghiberti - Donatello
Guardarono a lui: Masaccio - Luca della Robbia - Andrea Cavalcanti detto il Buggiano - Andrea Nofri - Pietro Tenerani
Principali mecenati e committenti: Opera di Santa Maria del Fiore - Arte dei Maestri di Pietra e del Legname - Arte dei Calzolai - Arte dei Fabbri

"La nota" - rubrica a cura di Anselmo Nuvolari Duodo e Giovanni De Girolamo


La scultura di Nanni di Banco (di Anselmo Nuvolari Duodo) - fai clic sul titolo per leggere l'articolo!


Immagini


Cristo in Pietà (1406-1409 ca., attribuito; Firenze, Museo dell'Opera del Duomo)
Profetino (1407-08 ca., attribuito; Firenze, Museo dell'Opera del Duomo)
Isaia (1408; Firenze, Duomo)
San Luca (1408-13; Firenze, Museo dell'Opera del Duomo)
San Filippo (1410-12; Firenze, Museo di Orsanmichele)
Sant'Eligio (1417-21; Firenze, Museo di Orsanmichele)
Quattro Santi Coronati (1409-16; Firenze, Museo di Orsanmichele)
Assunzione della Vergine (1414-20 ca.; Firenze, Duomo)


Altre immagini:
Web Gallery of Arts.


Libri da leggere


Non ci sono monografie aggiornate in italiano su Nanni di Banco. Consigliamo il volume Nanni di Banco a cura di Luciano Bellosi (Fabbri, 1966, per la collana "I maestri della scultura"): si tratta però di un volume difficile da reperire in commercio. Chi conosce l'inglese può trovare invece un testo più aggiornato in The sculpture of Nanni di Banco di Mary Bergstein (Princeton University Press, 2000), che però ha un costo molto elevato: per entrambi i libri consigliamo di trovare la biblioteca più vicina che li tenga all'indirizzo www.sbn.it.

Mostre e musei da visitare


  • Firenze, Museo dell'Opera del Duomo
  • Firenze, Duomo di Santa Maria del Fiore
  • Firenze, Museo di Orsanmichele






I libri e i musei indicati nella pagina non vogliono fornire un panorama esaustivo sull'artista ma sono indicativi per poter approfondire i contenuti della trasmissione.




Login

Username / EmailPassword

Ricordami

Password dimenticata?

Non hai ancora un account? Registrati ora!!!

Tag cloud


Politica e beni culturali     Arte antica     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Barocco     Ottocento     Cinquecento     Novecento     Firenze     Quattrocento     Genova     Roma    

Strumenti utili