Egitto, scoperta a Saqqara la tomba del tesoriere di Ramses II


In Egitto, nel sito archeologico di Saqqara, è stata scoperta la tomba di Ptah-M-Waya, tesoriere di Ramses II. 

Importante scoperta a Saqqara, in Egitto, dove una missione della Facoltà di Archeologia dell’Università del Cairo, guidata dal professor Ola El-Ajezi, ha riportato alla luce la tomba di Ptah-M-Waya, tesoriere del faraone Ramses II. A dare l’annuncio della scoperta è stato Mustafa Waziri. L’importanza della scoperta, ha fatto sapere Waziri, si deve soprattutto alle posizioni che Ptah-M-Waya ricoprì durante la sua carriera: fu infatti scriba reale, capo del tesoro, responsabile delle offerte nel tempio di Ramses II a Tebe.

Questa importante scoperta archeologica, ha spiegato Mohamed Othman Elkhosht, rettore dell’Università del Cairo, segue un gruppo di scoperte fatte dalla missione dell’ateneo egiziano nella regione di Saqqara, che sottolinea la portata dell’interesse dell’università per il lavoro sul campo accanto alla ricerca e al lavoro scientifico: si tratta di priorità che l’ateneo intende perseguire per far avanzare le conoscenze in tutti i campi.

Gli scavi della Facoltà di Archeologia del Cairo risalgono agli anni Settanta del secolo scorso, quando iniziarono sul sito di Saqqara a fine di trovare monasteri copti, mentre la ricerca delle tombe dell’antico Egitto è cominciata sotto la direzione di Sayed Tawfiq tra il 1983 e il 1986: da allora sono state scoperte molte sepolture risalenti all’era di Ramses (il “periodo ramesside”, che si estende tra la XIX e la XX dinastia, ovvero tra il 1292 e il 1075 a.C.), tra cui anche quella del visir Nefer-Ranpet. La missione guidata dal professor Ola Al-Ajezi è invece cominciata nel 2015.

La tomba di Ptah-M-Waya, come molte altre tombe dell’era ramesside, è costituita da un grande ingresso che porta all’interno di un edificio decorato con scene della vita del defunto. La sepoltura del tesoriere di Ramses era preceduta da un ingresso costruito in pietra, scolpita con scene del proprietario della tomba. Da questo ingresso si accede ad un primo salone con pareti ad intonaco dipinto e colorato, e tra le più importanti di queste scene figurano quelle raffiguranti la processione del trasporto delle offerte, che termina con una scena di macellazione di un vitello. Molti blocchi di pietra sono stati trovati sotto la sabbia, così come molte colonne osiriane, alcune delle quali giacenti nella sabbia e altre in piedi nel loro posto originale. Tutti questi pezzi saranno studiati per poi ricollocarli nelle loro sedi originarie nella necropoli.

Nell’immagine la tomba appena scoperta

Egitto, scoperta a Saqqara la tomba del tesoriere di Ramses II
Egitto, scoperta a Saqqara la tomba del tesoriere di Ramses II


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER