Bevagna, presentato il restauro dell'importante Immacolata Concezione di Andrea Camassei


A Bevagna (Umbria) è stato presentato il restauro dell’Immacolata Concezione di Andrea Camassei, importante opera del Seicento che ritrova il suo aspetto originario.

È stato svelato ieri al pubblico, in collegamento in streaming, il risultato del restauro dell’Immacolata Concezione, con l’Eterno tra gli Angeli e santi, opera di Andrea Camassei (Bevagna, 1602 – Roma, 1649) conservata presso il Museo Civico di Bevagna (Perugia). Non appena il museo potrà riaprire le sue porte, l’opera potrà essere ammirata da tutti i cittadini e dai visitatori nella sua nuova collocazione a Palazzo Lepri.

Andrea Camassei dipinse l’Immacolata Concezione a olio su tela nella prima metà del Seicento, ma nel corso dei secoli sono stati numerosi e molto invasivi gli interventi sul quadro. Il restauro aveva pertanto l’obiettivo di riportare l’opera al suo aspetto originario e alla sue iniziali dimensioni (perché è stata anche modificata nelle dimensioni). Diverse le ipotesi nate nel corso del restauro anche in merito alla prima collocazione dell’opera. Come ha ricordato la restauratrice che si è occupata dell’operazione, Lorella Giovannelli, è soprattutto la figura di sant’Andrea a destare maggiore curiosità: il santo è l’unico a guardare verso il pubblico con lo sguardo fiero e la barba bianca e l’ipotesi è che si tratti di un autoritratto di Andrea Camassei, nato proprio nel giorno dedicato al santo omonimo.

L’opera, di proprietà comunale come attestato da documento di archivio, per decenni è stata conservata presso la Chiesa del Monastero di Santa Margherita a Bevagna. Nel 2018, grazie all’intervento dell’amministrazione comunale del comune umbro e ad un contributo della Regione Umbria, è stato possibile dare inizio al recupero dell’opera; tra il 2019 e il 2020 è stato effettuato il restauro del dipinto e la relativa collocazione nella Sala del camino della Pinacoteca Comunale, andando ad arricchire la collezione permanente. Qui la potranno finalmente vedere i visitatori non appena anche il Museo Civico di Bevagna potrà riaprire le sue porte.

Durante la presentazione del restauro il pubblico in sala era assente a causa delle restrizioni imposte dall’emergenza sanitaria: di conseguenza, la cerimonia, svoltasi alla presenza delle autorità, è stata trasmessa in diretta Facebook. Presenti il sindaco Annarita Falsacappa, il vice sindaco e assessore alla cultura Rita Galardini (che ha introdotto la presentazione), il professor Roberto Segatori dell’Accademia di Bevagna, la restauratrice Lorella Giovannelli (che è entrata nel dettaglio dei lavori svolti: nel progetto originario il restauro sarebbe dovuto avvenire sotto gli occhi dei visitatori del museo, delle scuole e dei bevenati ma l’insorgere della pandemia ha purtroppo impedito la realizzazione del cantiere aperto a Palazzo Lepri), Giovanna Giubbini della Soprintendenza archivistica e bibliografica dell’Umbria, Giovanni Luca Delogu per la Soprintendenz Archeologia, Belle Arti e Paesaggio dell’Umbria, Valeria Poggi per la Regione Sezione Musei e Francescamaria Battazzi, presidente della società Sistema Museo che gestisce i servizi del museo di Bevagna.

Bevagna, presentato il restauro dell'importante Immacolata Concezione di Andrea Camassei
Bevagna, presentato il restauro dell'importante Immacolata Concezione di Andrea Camassei


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma