Livorno, un gioco dell'oca artistico ed ecologico nel quartiere la Venezia


Dal 3 al 7 agosto 2022, in occasione di Effetto Venezia, il quartiere la Venezia di Livorno ospita la mostra Il gioco della natura: un gioco dell’oca ecologico con sedici opere d’arte di ventuno artisti emergenti. 

In occasione di Effetto Venezia, il Quartiere la Venezia di Livorno, ospita dal 3 al 7 agosto 2022 la mostra Il gioco della natura, a cura di Gaia Bindi. Si potranno ammirare sedici opere d’arte, tra installazioni e video, realizzate da ventuno artisti emergenti. La mostra, come la manifestazione, è promossa dal Comune di Livorno e organizzata dalla Fondazione LEM – Livorno Euro Mediterranea, con il patrocinio dell’Accademia di Belle Arti di Firenze. L’allestimento è a cura di Alessandro Scilipoti.

La mostra si snoda in un itinerario a piedi nelle strade del famoso quartiere livornese. Il pubblico sarà invitato a seguire un percorso che si ispira al Gioco dell’oca, proposto in chiave ecologica. Tema è infatti la Natura nei suoi elementi, e il percorso a tappe intende sensibilizzare sull’ambiente. Ogni tappa presenta in maniera giocosa un argomento legato all’ecosistema, che oggi chiede una maggiore attenzione e una nuova consapevolezza.

In ogni stazione del gioco sarà presente un cartello che pone una domanda semplice a cui il visitatore è invitato a dare una risposta guardando l’opera d’arte posta a fianco, riflettendo sull’immagine che propone e, talvolta, interagendo con essa. Nello stesso cartello, sotto il numero che identifica la tappa del gioco e la relativa domanda, comparirà indicato il nome dell’autore dell’opera, il titolo (con tecnica e misure) e un breve testo critico. Per completare l’intero percorso, il visitatore-giocatore sarà guidato nel suo cammino da segnali visivi e da un pieghevole, distribuito gratuitamente, che servirà come mappa geo-concettuale per seguire il percorso espositivo. I contenuti della brochure saranno resi disponibili al pubblico anche tramite QRcode per essere visibili sul proprio smartphone.

Gli artisti coinvolti sono Nico Angiuli, Margherita Bertoli, Benedetta Chiari e Elisa Pietracito, Mohammad Fallah, Pamela Gori e Eva Sauer, Giulia Guidicelli e Federica Vaia, Rocco Lopardo e Giovanni Marino, Jasmine Morandini, Pengpeng Wang, Robert Pettena, Qiu Yi, Marco Signorini, Simoncini.Tangi, Zoya Shookohi, Marta Travaini, Zhang Yun.

In accordo con la finalità dell’esposizione, tutte le opere e l’allestimento saranno realizzati in materiali naturali, riciclabili o biodegradabili. A mostra conclusa è prevista la realizzazione di un video dell’evento espositivo e la pubblicazione di un catalogo a stampa, che presenterà le fotografie delle opere installate nel contesto urbano, i testi istituzionali degli enti coinvolti e quelli inclusi nella brochure, con un saggio critico introduttivo del curatore della mostra.

Dal 3 al 7 agosto, saranno varie le proposte artistiche di questa edizione di Effetto Venezia: sui palchi di Piazza del Luogo Pio - al centro della Venezia - e della Fortezza Nuova si terranno rappresentazioni teatrali e musicali; per le vie, nelle piazze e sui ponti del quartiere ci saranno spettacoli di arte di strada, mentre la mostra Il gioco della natura porterà i visitatori dentro e fuori alcuni dei luoghi più belli della Venezia.

Nell’immagine, Nido di Qiu Yi, nel cortile di Palazzo vecchio a Firenze (2014)

Livorno, un gioco dell'oca artistico ed ecologico nel quartiere la Venezia
Livorno, un gioco dell'oca artistico ed ecologico nel quartiere la Venezia


Se ti è piaciuto questo articolo
abbonati al magazine di Finestre sull'Arte.
176 pagine da sfogliare, leggere, sottolineare e collezionare.
176 pagine di articoli ed approfondimenti inediti ed esclusivi.
Lo riceverai direttamente a casa tua. Non lo troverai in edicola!

176 pagine, 4 numeri all'anno, al prezzo di 29,90 €

ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE