Taranto, enormi opere di street art per riqualificare un quartiere della città


A Taranto sta per essere ultimato il progetto T.R.U.st., una grande operazione di street art per riqualificare il quartiere Paolo VI.

Un’operazione di street art per riqualificare un quartiere di Taranto: è questo il senso del progetto T.R.U.st., partito lo scorso 7 settembre, e che vedrà i ultimati nella giornata di domani, domenica 20. Sei artisti urbani (Tony Gallo, Uno, Alice Pasquini, Cheone, Dimitris Taxis, Checko’s Art) hanno realizzato altrettanti interventi nel quartiere Paolo VI e sulle superfici della biblioteca Acclavio e della palestra Ricciardi.

Il progetto nasce dell’Associazione Rublanum, ed è messo in atto dal Festival di street art Gulìa Urbana, a cura di Giacomo Marinaro, Matteo Falbo, Andrea Falbo con la collaborazione di Mario Pagnottella e dal Comune di Taranto, nella persona del Sindaco Rinaldo Melucci e dell’Assessore Fabrizio Manzulli.

Le prime tre opere del progetto sono già state portate a termine e sono state realizzate da Cheone, Tony Gallo e Dimitris Taxis. Cheone (Cosimo Caiffa; Lecce, 1979) ha dedicato un murale ad Alessandro Leogrande, scrittore, giornalista e uomo di cultura tarantino, prematuramente scomparso nel 2017 all’età di quarant’anni, considerato simbolo di impegno civile e di lotta per le sue indagini sulla mafia, sui “nuovi schiavi” delle campagne del Meridione e sul caporalato, sulle migrazioni dai Balcani e dall’Africa, sui desaparecidos dell’Argentina, oltre che per la sua attività in difesa degli ultimi. Tony Gallo (Padova, 1975) ha invece realizzato un’opera intitolata Sogni d’oro amici miei, un muro di 30 metri per 12, che rappresenta dei peluche dedicati a tutti, con l’obiettivo di offrire una visione diversa del quartiere Paolo VI e di Taranto. Infine, Dimitris Taxis (Szczecin, 1983) ha decorato una parete con uno dei suoi tipici ritratti femminili.

Il progetto sta terminando in queste ore con i lavori di Uno, Alice Pasquini e Checko’s Art.

Nell’immagine, il murale di Tony Gallo.

Taranto, enormi opere di street art per riqualificare un quartiere della città
Taranto, enormi opere di street art per riqualificare un quartiere della città


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


Paolo Nicolai, l'artista che ha trovato nella plastica il “nuovo marmo”
Paolo Nicolai, l'artista che ha trovato nella plastica il “nuovo marmo”
A Parigi sono in mostra le nuove opere di Damien Hirst: Ciliegi in fiore
A Parigi sono in mostra le nuove opere di Damien Hirst: Ciliegi in fiore
Il progetto in tre atti di Zehra Doğan per l'eliminazione della violenza contro le donne
Il progetto in tre atti di Zehra Doğan per l'eliminazione della violenza contro le donne
Il “Cortegiano” rivisitato in chiave street art: l'omaggio di Ozmo a Raffaello
Il “Cortegiano” rivisitato in chiave street art: l'omaggio di Ozmo a Raffaello
I galleristi scrivono a Franceschini: ridurre l'IVA sulle opere per rilanciare il sistema
I galleristi scrivono a Franceschini: ridurre l'IVA sulle opere per rilanciare il sistema
Ufo Robot arriva in Maremma: spunta un braccio di Goldrake di 5 metri
Ufo Robot arriva in Maremma: spunta un braccio di Goldrake di 5 metri