Le Accademie decorano con arte pubblica le stazioni di Roma Termini e Napoli Centrale


Le Accademie di Belle Arti di Roma e di Napoli hanno collaborato per la realizzazione di progetto di arte pubblica Accademie in Stazione. 

Le Accademie di Belle Arti di Roma e di Napoli hanno dato vita al progetto Accademie in Stazione. Il racconto di un viaggio che supera i limiti della pandemia.

Nella stazione di Roma Termini è il progetto si è concretizzato in Visioni d’Istanti, mentre nella stazione di Napoli Centrale in PopNapoliPop. Tanti giovani artisti escono dai confini e interpretano le stazioni in libertà, superando vincoli e restrizioni, per esprimere un sentimento di forza e ottimismo verso il futuro con due momenti di arte pubblica

"Visioni d’Istanti è una mostra di arte pubblica che si inserisce nel piano di riqualificazione della stazione di Roma Termini. Le stazioni sono luoghi di partenze, arrivi, attese, saluti, shopping, incontri, momenti che sanno rimanere indelebili nelle nostre memorie“ si legge nella presentazione. ”Il momento è difficile, ma ci ha regalato l’opportunità di vivere un’eccezionale cooperazione, di oltrepassare i limiti. Abbiamo lavorato in tanti e vogliamo condividere l’emozione che abbiamo provato collaborando uniti e pensando a voi, qui, in questa stazione che oggi è anche inedito spazio espositivo e opportunità di visibilità e incontro per i nostri giovani, per i nostri artisti. È un messaggio di speranza per il futuro, per tutti. Possiamo rallentare, ma non smetteremo di viaggiare e in attesa di tornare a farlo pienamente vi regaliamo queste splendide opere: guardatele, leggetele, parlano di tutti noi“. ”Sono visioni che riempiono gli occhi nutrendo l’anima di linee, colori, forme e segni che si manifestano sulle superfici accompagnandosi ai viaggiatori nella permanenza e nell’attraversamento di questo spazio“ prosegue. ”Racconti di giovani artisti che ci confidano attraverso il loro vedere e il loro sentire di condividere sogni comuni. Queste opere sono state pensate per un processo di realizzazione che appartiene al nostro presente, distanti da un processo che coinvolge le mani, ma che nel suo farsi restituisce il calore degli sguardi". 

Un percorso espositivo che si sviluppa su pannelli di grandi dimensioni, sui quali gli studenti hanno interpretato e raccontato la loro stazione: dal Dinosauro visto con gli occhi di un bambino, al sogno di una stazione green all’iconico orologio. Sotto la pensilina di entrata altri undici pannelli mostrano riflessioni e pensieri degli studenti. 

PopNapoliPop consta di un murale che si sviluppa su circa 400 metri quadrati, lungo Corso Novara. Vi sono rappresentati icone e luoghi simbolo che hanno resa unica nel mondo la città partenopea, come il Maschio Angioino, Totò, la pizza, Massimo Troisi, Maradona, san Gennaro, la fontana del Gigante, tutti raffigurati con colori brillanti. 

Accademie in Stazione è stato reso possibile grazie alla professoressa Sabina Alessi dell’Accademia di Belle Arti di Roma e al professor Rino Squillante dell’Accademia di Belle Arti di Napoli e del professor Marco Gallo, con il coordinamento generale di Lavinia Giangreco (agenzia Sangit). 

Ph.Credit Extralab Napoli 

Le Accademie decorano con arte pubblica le stazioni di Roma Termini e Napoli Centrale
Le Accademie decorano con arte pubblica le stazioni di Roma Termini e Napoli Centrale


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma