Un'opera contro il censimento dei rom alla sede della Lega Nord: nuovo blitz artistico di Cristina Donati Meyer


Nuovo blitz artistico anti-Salvini di Cristina Donati Meyer che espone davanti alla sede della Lega Nord un’opera contro il censimento dei rom.

Dopo la prima “incursione” alla prefettura di Milano, durante la quale ha esposto un dipinto che raffigurava il ministro dell’interno Matteo Salvini nei panni di un improbabile Robocop, Cristina Donati Meyer (Milano, 1985) nelle scorse ore ha compiuto un altro blitz artistico per protestare contro la politica leghista: questa volta l’artista si è recata presso la sede della Lega Nord in via Bellerio a Milano per esporre un’opera intitolata Censimenti e realizzata in segno di protesta contro l’idea di censire i rom manifestata nei giorni scorsi da Salvini.

Il dipinto raffigura due bambini ebrei in un campo di sterminio nazista, accompagnati da una celebre citazione di Bertolt Brecht, e colti mentre mostrano i numeri di riconoscimento tatuati sulle braccia: un parallelo con la schedatura su base etnica voluta da Salvini. “Questo parallelo, seppur in forma di provocazione artistica”, ha affermato Donati Meyer, “è per me ancor più doloroso, avendo origini ebraiche”. Cristina Donati Meyer, che unisce arte a impegno politico, non è nuova a questo tipo di performance, in passato messe in atto anche per sensibilizzare l’opinione pubblica, per esempio, sul tema del femminicidio. L’affissione di Censimenti di fronte alla sede della Lega Nord è stata poi interrotta dai militari che presidiano la strada: l’artista è stata identificata da Digos e Carabinieri e quindi allontanata. L’opera, ha dichiarato, sarà poi donata alla città di Milano, come è stato per il “Salvini-Robocop”, che adesso è affisso sulla rampa di uno dei ponti del Naviglio Grande, in un punto di grande passaggio.

Cristina Donati Meyer, art director di Spazio M’Arte a Milano, vive e lavora nel capoluogo lombardo (il suo atelier si trova nella zona dei navigli). Ha preso parte alla Biennale di Venezia nel 2012, nel Padiglione Italia curato da Vittorio Sgarbi, e ha esposto le sue opere in diverse mostre personali e collettive in tutta Italia.

Un'opera contro il censimento dei rom alla sede della Lega Nord: nuovo blitz artistico di Cristina Donati Meyer
Un'opera contro il censimento dei rom alla sede della Lega Nord: nuovo blitz artistico di Cristina Donati Meyer


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


Venezia, mani su Ca' Sagredo.  la scultura di Lorenzo Quinn
Venezia, mani su Ca' Sagredo. la scultura di Lorenzo Quinn
Eike Schmidt lascer gli Uffizi. Per lui pronta la direzione del Kunsthistorisches di Vienna
Eike Schmidt lascer gli Uffizi. Per lui pronta la direzione del Kunsthistorisches di Vienna
L'Ultima Cena di Vasari salva in 11 secondi: ecco lo spettacolare meccanismo anti-alluvione
L'Ultima Cena di Vasari salva in 11 secondi: ecco lo spettacolare meccanismo anti-alluvione
IVA al 22% sugli assorbenti, al 5% sui tartufi: l'artista Cristina Donati Meyer protesta con un'installazione
IVA al 22% sugli assorbenti, al 5% sui tartufi: l'artista Cristina Donati Meyer protesta con un'installazione
Bologna, un tondo con ritratto equestre attribuito a Jacopo della Quercia
Bologna, un tondo con ritratto equestre attribuito a Jacopo della Quercia
Jan Fabre accusato di molestie sessuali. Lui si difende, il ministero della cultura delle Fiandre indaga
Jan Fabre accusato di molestie sessuali. Lui si difende, il ministero della cultura delle Fiandre indaga



MAGAZINE
primo numero
NUMERO 1

SFOGLIA ONLINE

MAR-APR-MAG 2019
secondo numero
NUMERO 2

SFOGLIA ONLINE

GIU-LUG-AGO 2019
terzo numero
NUMERO 3

SFOGLIA ONLINE

SET-OTT-NOV 2019
quarto numero
NUMERO 4

SFOGLIA ONLINE

DIC-GEN-FEB 2019/2020