Pop up. Il mondo della fotografia a sostegno del Policlinico di Pavia


Oltre 75 fotografi italiani e stranieri partecipano al progetto benefico Pop up a sostegno del Policlinico San Matteo di Pavia. 

Lo storico CFO - Circolo Fotografico Oltrepò di Broni (PV) - e l’Associazione Spazio53 di Voghera (PV) hanno creato il progetto benefico Pop Up (Photographers Oltrepò Pavese - United Projet) per una raccolta fondi a sostegno del Policlinico San Matteo di Pavia. Oltre 75 fotografi italiani e stranieri partecipano all’iniziativa, mettendo a disposizione i loro scatti che possono essere acquistati. 

Il progetto ha riscosso un grande successo e in soli quattro giorni sono state vendute oltre cinquanta fotografie.

I fotografi coinvolti non provengono solo dall’Oltrepò Pavese, ma da tutta Italia, ai quali si è aggiunto l’americano Harry De Zitter, e molti di coloro che hanno esposto durante l’ultima edizione di Voghera Fotografia.  

“Abbiamo deciso di realizzare un progetto partendo dalla forza del silenzio delle fotografie” hanno dichiarato Mauro Negri e Luca Tres, di CFO, con Arnaldo Calanca, di Spazio53 “nel rispetto di chi, ogni giorno e in silenzio, con grande dignità e immensa professionalità, lotta per tutti noi. La fotografia da sempre è uno sguardo privilegiato sulla realtà esterna e, nel suo rapporto stretto con quest’ultima, diventa un mezzo per creare conoscenza e coscienza, per unire e condividere, per fornire allo sguardo un punto d’arrivo differente. E, in questo momento, per aprire nuove visioni quando tutti siamo necessariamente limitati nella visione esterna”.

Ogni fotografo ha donato al progetto una o più fotografie: le foto scelte non hanno un filo diretto con il lavoro di medici e infermieri, ma ciascuna intende semplicemente richiamare ciò che gli occhi a volte non vedono. 

Il ricavato della vendita delle fotografie, che potranno essere acquistate con un contributo minimo di 50 euro cadauna, sarà devoluto alla Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo di Pavia.
Le fotografie saranno spedite ai donatori entro 30 giorni dall’acquisto.

L’elenco delle opere con i relativi autori è consultabile sul sito http://www.popupfotografia.it, , dove è possibile procedere anche alla donazione.

Per maggiori informazioni donazioni@popupfotografia.it 

Di seguito i fotografi che hanno aderito al progetto: Aldo Agnelli, Aldo Sardoni, Alessandro Anglisani, Erminio Annunzi, Veronica Barbato, Enrico Barbieri, Chantal Bega, Francesco Bellesia, Giovanna Benvenuti, Roberto Bigano, Beppe Bolchi, Dario Bonazza, Giorgio Borgarelli, Alessio Bottiroli, Michele Brienza, Arnaldo Calanca, Lorenzo Callerio, Giancarlo Carnieli, Federico Cavallini, Loredana Celano, Sergio Chiesa, Marcello Ciervo, Renato Cifarelli, Roberto Cifarelli, Guido Colla, Luca Cortese, Harry De Zitter, Margherita Dessì, Cesare Di Liborio, Mavi Di Marco, Gianluigi Di Napoli, Fabio Draghi, Giuliano Giorgi, Nicoletta Innocenti, Maurizio Lodi, Simone Madeo, Gianni Maffi, Renato Marcialis, Eugenio Marchesi, Milko Marchetti, Manuela Marenzi, Giovanna Matassoni, Paolo Mazzocchi, Carlo Meazza, Gianluca Micheletti, Edoardo Miola, Marco Moggio, Sara Munari, Mauro Negri, Riccardo Nosvelli, Giorgia Palladini, Davide Parentela, Graziano Perotti, Enrico Prada, Milo Ramella, Marco Rusinà, Marco Ristuccia, Euro Rotelli, Barbara Sala, Fabio Salmoirago, Matteo Santoni, Massimo Sartirana, Andrea Scarpin, Paolo Simonazzi, Marco Spezia, Pio Tarantini, Flavio Tecchio, Paola Torti, Paolo Tortorella, Luca Tres, Fabio Treves, Gianluca Uda, Sonia Valdes, Fabrizio Vicini, Maurizio Godot Villani.

Ph.Credit Lorenzo Callerio

 

 

Pop up. Il mondo della fotografia a sostegno del Policlinico di Pavia
Pop up. Il mondo della fotografia a sostegno del Policlinico di Pavia


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma