Addio a John Baldessari, uno dei più grandi artisti statunitensi


È scomparso a Los Angeles l’artista John Baldessari, uno dei più grandi della scena americana e mondiale contemporanea.

È scomparso a Los Angeles, all’età di 88 anni, il grande artista statunitense John Baldessari: il decesso è avvenuto il 2 gennaio, ma la notizia è stata diffusa solo nelle ultime ore. Baldessari, nato il 17 giugno del 1931 a National City (California) da padre italiano, Antonio Baldessari, e madre danese, Hedvig Jensen, è stato uno dei più influenti artisti della scena americana e mondiale dagli anni Settanta in avanti, ed è noto soprattutto per le sue opere che combinano immagini e parole. Dopo aver studiato al San Diego State College, Baldessari ha insegnato arte per diversi anni nelle scuole di San Diego e, a partire dal 1966, ha cominciato a produrre le sue opere che univano la fotografia all’utilizzo di parole.

Un momento di svolta nella carriera di Baldessari fu il 1970, quando l’artista e cinque amici decisero di bruciare tutti i suoi dipinti creati tra il 1953 e il 1966 come parte di un’opera intitolata The Cremation Project: le ceneri delle opere furono cucinate in biscotti posti dentro urne con targhe commemorative che ricordavano le opere distrutte e che erano accompagnate da ricette per cucinare i biscotti. Con questa sua opera, Baldessari intendeva affermare simbolicamente il disconoscimento di quanto fatto in precedenza, e abbandonare la sola pittura. A partire da quel momento Baldessari infatti continuò a sperimentare in continuazione unendo diverse tecniche (la pittura, la fotografia, la poesia, la performance, la scultura) e sviluppando un’arte concettuale che si rifaceva a René Magritte e a Marcel Duchamp.

Durante la sua lunga carriera, Baldessari ha esposto in mostre e musei in tutto il mondo: oltre duecento personali e più di mille collettive. Ha preso parte due volte a Documenta (nel 1972 e nel 1982), una volta alla Biennale di Venezia (nel 1997), e una volta alla Whitney Biennial (1983), e sue mostre si sono tenute al Metropolitan e al Whitney Museum di New York, al San Francisco Museum of Modern Arts, al MOCA e al LACMA di Los Angeles, all’Albertina di Vienna, al Mart di Rovereto. Alla Biennale di Venezia del 2009 gli è stato conferito il Leone d’Oro alla carriera.

Nella foto: John Baldessari a Venezia nel 2009. Ph. Credit Frédéric de Goldschmidt

Addio a John Baldessari, uno dei più grandi artisti statunitensi
Addio a John Baldessari, uno dei più grandi artisti statunitensi


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Toscana     Firenze     Barocco     Roma