Addio a Raffaella Carrà, la regina della televisione italiana dal caschetto biondo


È scomparsa oggi all’età di 78 anni la regina della televisione italiana dal caschetto biondo, Raffaella Carrà.

Ci ha lasciato all’età di 78 anni, a causa di una grave malattia, Raffaella Carrà, celebre conduttrice, cantante e attrice dal caratteristico caschetto biondo. A dare l’annuncio della scomparsa di una delle regine della televisione italiana è stato Sergio Japino: “Raffaella ci ha lasciati. È andata in un mondo migliore, dove la sua umanità, la sua inconfondibile risata e il suo straordinario talento risplenderanno per sempre”. 

Il suo successo è andato oltre i confini dell’Italia: all’estero era molto nota soprattutto in Spagna e in America Latina. Tra le sue canzoni più famose, il Tuca Tuca che ha segnato intere generazioni con la sua trasgressiva coreografia con l’ombelico scoperto, Ma che musica maestro, Tanti auguri, A far l’amore comincia tu, Fiesta.

Nata a Bologna nel 1943, Raffaella Maria Roberta Pelloni, questo il suo vero nome, ha debuttato in televisione nel 1961 in Tempo di danza; nel 1970 è poi divenuta famosa al grande pubblico con il programma di successo Canzonissima. Nel 1984 il successo proseguì con Pronto, Raffaella, seguito nel 1991 da Fantastico 12. Dal 1995 al 1997 e nel 2002 ha portato in Italia il programma di grande successo Carramba! Che sorpresa, ispirato al britannico Surprise, surprise. E poi ancora, Carramba! Che fortuna, il Festival di Sanremo del 2001, Sogni, The Voice of Italy. Ultimo suo programma è stato A raccontare comincia tu nel 2019.

Tanti i messaggi da parte del mondo dello spettacolo, della cultura e della politica. 

“Con lei se ne va la Signora della televisione italiana. Una donna di grande talento, passione e umanità che ci ha accompagnato per tutta la vita. Addio Raffaella” così il ministro della Cultura Dario Franceschini dopo aver appreso la notizia della scomparsa. Anche Sergio Mattarella commenta: “Profondamente colpito dalla scomparsa di Raffaella Carrà, artista popolare amata da generazioni di telespettatori in Italia e all’estero. Volto televisivo per eccellenza ha trasmesso con la sua bravura e simpatia un messaggio di eleganza, gentilezza e ottimismo”. “Raffaella Carrà è stata e continuerà a essere un modello al quale ispirarsi. A lei va il grazie della Rai per aver scritto pagine fondamentali della storia del Servizio Pubblico” scrive la Rai

Addio a Raffaella Carrà, la regina della televisione italiana dal caschetto biondo
Addio a Raffaella Carrà, la regina della televisione italiana dal caschetto biondo


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Toscana     Firenze     Barocco     Roma