Un passo avanti per i lavoratori autonomi dello spettacolo: al via l'ALAS, l'indennità di disoccupazione


Al via l’ALAS, l’indennità di disoccupazione per i lavoratori autonomi dello spettacolo. “Un passo avanti nell’attuazione del nuovo welfare dello spettacolo”, ha commentato Dario Franceschini. 

Entra in vigore l’ALAS, l’indennità di disoccupazione per i lavoratori autonomi dello spettacolo. "Ancora un passo avanti nell’attuazione del nuovo welfare dello spettacolo", ha dichiarato il ministro della Cultura, Dario Franceschini. “Grazie all’impegno dell’Inps e del Ministero del Lavoro entra finalmente in vigore l’Alas, la nuova indennità di assicurazione per la disoccupazione involontaria dei lavoratori autonomi dello spettacolo che è stata definita dal Ministero della Cultura dopo un attento lavoro di ascolto e confronto con i sindacati e le associazioni di categoria. Questa nuova misura è attesa da anni e colma un vuoto per molte categorie dell’arte e dello spettacolo che sono state fortemente colpite dagli effetti della pandemia”. 

La nuova tutela, realizzata su spinta del Ministero della Cultura e del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, è rivolta ai lavoratori autonomi del settore spettacolo, specificamente identificati, per la disoccupazione involontaria prevista per gli eventi di cessazione involontaria a decorrere dal 1° gennaio 2022, introdotta dal decreto sostegni-bis (articolo 66 del decreto-legge 25 maggio 2021, n. 73, convertito, con modificazioni, dalla legge 23 luglio 2021, n. 106).

Erogata per un massimo di sei mensilità, l’indennità di disoccupazione ammonta al 75% del reddito medio mensile (calcolato in rapporto al reddito imponibile ai fini previdenziali relativo all’anno in cui si è concluso l’ultimo rapporto di lavoro autonomo e all’anno precedente, per il numero di mesi di contribuzione, o frazioni di essi, presenti nel medesimo periodo di osservazione). È possibile richiedere la domanda online sul sito dell’Istituto www.INPS.it con accesso già attivo per gli utenti.

I destinatari della nuova indennità ALAS sono nello specifico i lavoratori autonomi che prestano a tempo determinato attività artistica o tecnica, direttamente connessa con la produzione e la realizzazione di spettacoli (articolo 2, comma 1, lett. a), del D.lgs n. 182/1997), nonché i lavoratori autonomi a tempo determinato che prestano attività al di fuori delle ipotesi di cui all’articolo 2, comma 1, lett. a) e i lavoratori autonomi “esercenti attività musicali” di cui all’articolo 3, comma 98, della legge 24 dicembre 2003, n. 350 che non abbiano in corso, alla data di presentazione della domanda, rapporti di lavoro di qualsiasi tipologia sia autonomo (compreso il rapporto di collaborazione) che subordinato (a tempo determinato e/o indeterminato); che non siano titolari, alla data di decorrenza della prestazione e durante l’intero periodo di percezione dell’indennità, di trattamenti pensionistici diretti, nonché dell’APE sociale; che non siano beneficiari, alla data di decorrenza della prestazione e durante l’intero periodo di percezione dell’indennità, di reddito di cittadinanza; che abbiano maturato, dal 1° gennaio dell’anno precedente la conclusione dell’ultimo rapporto di lavoro autonomo almeno quindici giornate di contribuzione versata o accreditata al Fondo pensione lavoratori dello spettacolo, inclusi eventuali contributi figurativi o accreditati per i periodi di maternità; che abbiano, nell’anno precedente alla presentazione della domanda, un reddito non superiore a 35.000 euro.

A questo link maggiori informazioni su come richiedere l’indennità. 

 

Un passo avanti per i lavoratori autonomi dello spettacolo: al via l'ALAS, l'indennità di disoccupazione
Un passo avanti per i lavoratori autonomi dello spettacolo: al via l'ALAS, l'indennità di disoccupazione


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


Giornate FAI di Primavera, dure parole da parte dell'Unione degli Studenti: “È sfruttamento”
Giornate FAI di Primavera, dure parole da parte dell'Unione degli Studenti: “È sfruttamento”
La voglia di cultura batte il coronavirus: visite virtuali, opere esposte in vetrina, incontri in diretta streaming
La voglia di cultura batte il coronavirus: visite virtuali, opere esposte in vetrina, incontri in diretta streaming
Lo scrittore Ken Follett dona 148mila euro per il restauro di una chiesa in Francia
Lo scrittore Ken Follett dona 148mila euro per il restauro di una chiesa in Francia
Turisti incivili, non c'è pace per il Colosseo: vandalismi e anche un drone non autorizzato
Turisti incivili, non c'è pace per il Colosseo: vandalismi e anche un drone non autorizzato
Visite speciali come un Grand Tour ottocentesco nella Basilica di Santa Croce
Visite speciali come un Grand Tour ottocentesco nella Basilica di Santa Croce
Cos'è un Visiting Director? Il Museo Marino Marini introduce questa figura unico caso al mondo
Cos'è un Visiting Director? Il Museo Marino Marini introduce questa figura unico caso al mondo