Nel Parco Archeologico del Colosseo un anello bronzeo di oltre quattro metri di diametro. È l'opera site-specific di Francesco Arena


È stato collocato nel Parco Archeologico del Colosseo l’Anello, opera site-specific di Francesco Arena che parla di tempo. 

Inaugurata oggi presso la Vigna Barberini del Palatino a Roma l’opera site-specific di Francesco Arena dal titolo Anello, progetto promosso dal Parco Archeologico del Colosseo e vincitore della V edizione del bando Italian Council ideato dalla Direzione Generale Creatività Contemporanea del MiBACT. 

Si tratta di un anello in bronzo del diametro di quattro metri e mezzo, al cui interno si legge una citazione del romanzo di Virginia Woolf, To the Lighthouse: The very stone one kicks with one’s boot will outlast Shakespeare (La stessa pietra che calci con lo stivale sopravvivrà a Shakespeare).

È un’opera “pensata appositamente per quello spazio in relazione a ciò che la circonderà”, secondo quanto affermato dallo stesso artista. "Un lavoro che mette in relazione il tempo umano con quello della pietra. Al Parco archeologico, la pietra la fa da padrona, con i manufatti che sono lì da migliaia di anni. Hanno resistito così a lungo. Ma pietra erano originariamente e alla fine il tempo li sta ritrasformando in pietra naturale. Si distruggono e tornano a essere quello che erano prima" ha aggiunto. 

Nella frase di Virginia Woolf è “sintetizzato il nostro rapporto con le cose che ci circondano e che esistono da prima di noi e a noi sopravvivranno, la stratificazione del tempo e la moltitudine di tempi esistenti, il tempo dell’uomo uguale a una manciata di decenni e il tempo della pietra fatto di ere; nella frase” continua Arena “è per me evidente il rapporto che abbiamo con le cose inanimate e che usiamo quotidianamente, appunto una pietra a cui diamo un calcio, apparentemente un oggetto senza alcuna importanza ma che testimonia con il suo resistere nel tempo l’indifferenza della natura nei confronti del nostro passaggio, anche quando questo trasforma una pietra in una statua o in architettura destinata inevitabilmente col tempo a divenire rovina e nuovamente pietra”. 

Ora l’opera è pensata per rimanere esposta almeno un anno, ma l’artista si augura che possa diventare un’opera site-specific permanente. 

Ph.Credit Ansa

Nel Parco Archeologico del Colosseo un anello bronzeo di oltre quattro metri di diametro. È l'opera site-specific di Francesco Arena
Nel Parco Archeologico del Colosseo un anello bronzeo di oltre quattro metri di diametro. È l'opera site-specific di Francesco Arena


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER