Il ballerino Xander Parish lascia il Mariinskij: “via dalla Russia finché non arriverà la pace”


La cultura russa continua a perdere pezzi. Il ballerino inglese Xander Parish lascia il Mariinskij: “lascio la Russia fino a quando non arriverà la pace”.

La cultura e l’arte in Russia continuano a perdere pezzi. La catena di rinunce e dimissioni non si arresta e adesso anche uno dei più grandi ballerini al mondo lascia il paese: si tratta di Xander Parish, britannico, classe 1987, ballerino principale del Balletto Mariinskij, il corpo di ballo del Teatro Mariinskij di San Pietroburgo, una delle più famose e storiche compagnie del mondo.

Parish ha deciso di lasciare la Russia e il suo ruolo al Mariinskij a causa della guerra in Ucraina, come ha spiegato lui stesso con un post sui social. Nella sua breve lettera di dimissioni ha inoltre espresso la propria vicinanza alla sua collega Yekaterina Chebykina, solista del Balletto Mariinskij, e di nazionalità ucraina.

“Cari amici e followers”, ha scritto ieri Parish, “stasera avrei dovuto esibirmi al Teatro Mariinskij ma invece, a causa della terribile crisi, ho preso la difficile decisione di lasciare la Russia, almeno fino a quando non arriverà la pace. Il mio cuore va al popolo ucraino vicino e lontano, inclusa Yekaterina Chebykina [...]. Sono grato al Teatro Mariinskij che grazie a Jurij Fateev, mi ha accolto dodici anni fa e mi ha dato una carriera nel balletto classico che potevo solo sognare. Sono grato al meraviglioso popolo russo, la maggior parte del quale mi ha trattato con tanta gentilezza. Prego che giunga la pace e che le ferite siano sanate dalla grazia di Dio. Grazie a tutti voi che mi avete inviato messaggi in questi giorni e scusatemi se non ho avuto il tempo di rispondere”.

Nella foto: Xander Parish e Yekaterina Chebykina

Il ballerino Xander Parish lascia il Mariinskij: “via dalla Russia finché non arriverà la pace”
Il ballerino Xander Parish lascia il Mariinskij: “via dalla Russia finché non arriverà la pace”


Se ti è piaciuto questo articolo
abbonati al magazine di Finestre sull'Arte.
176 pagine da sfogliare, leggere, sottolineare e collezionare.
176 pagine di articoli ed approfondimenti inediti ed esclusivi.
Lo riceverai direttamente a casa tua. Non lo troverai in edicola!

176 pagine, 4 numeri all'anno, al prezzo di 29,90 €

ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


Milano, ecco i nuovi Chiostri del Museo della Scienza: ospiteranno eventi
Milano, ecco i nuovi Chiostri del Museo della Scienza: ospiteranno eventi
“Il Regno Unito diventerà un deserto culturale”. Da Nick Cave ad Anish Kapoor, gli artisti chiedono supporti al settore
“Il Regno Unito diventerà un deserto culturale”. Da Nick Cave ad Anish Kapoor, gli artisti chiedono supporti al settore
Montelupo Fiorentino avrà il primo grande gioco dell'oca di argilla di recupero
Montelupo Fiorentino avrà il primo grande gioco dell'oca di argilla di recupero
Tornano i turisti, tornano i tuffi nelle fontane e le arrampicate sui monumenti
Tornano i turisti, tornano i tuffi nelle fontane e le arrampicate sui monumenti
A Carrara le fontane antiche ogni tanto cambiano colore: diventa blu la fontana seicentesca di Vezzala
A Carrara le fontane antiche ogni tanto cambiano colore: diventa blu la fontana seicentesca di Vezzala
Teatri, cinema e concerti aperti nella provincia autonoma di Bolzano
Teatri, cinema e concerti aperti nella provincia autonoma di Bolzano