Bari, torre cinquecentesca spostata per costruire la strada: primo caso in Italia


In provincia di Bari, una torre cinquecentesca è stata spostata per permettere la costruzione di una strada. Si tratta del primo caso in Italia

In provincia di Bari, nei pressi di Palo del Colle, la Torre di San Vincenzo, un’antica torre di avvistamento, realizzata nel XVI secolo, è stata spostata per permettere la costruzione di una strada (in particolare il raddoppio della statale 96 che unisce Bari a Matera): si tratta della prima volta che succede in Italia. La torre, di dodici metri d’altezza e del peso di 800 tonnellate, si trovava proprio sul tracciato della strada: poiché l’importanza storica dell’edificio ha fatto scartare immediatamente l’ipotesi dell’abbattimento, la soluzione migliore è stata spostare la torre di trentadue metri. L’autorizzazione all’operazione, costata 1,5 milioni di euro, è stata data dalla Soprintendenza.

Il progetto di spostare la torre, ideato dall’Anas, risaliva al 2013 ma lo si è potuto mettere in atto solo sabato scorso: sono occorse 24 ore di lavoro ininterrotto per spostare la torre, a cui vanno sommati i lavori preliminari che si sono resi necessari per preparare l’intervento (per esempio il consolidamento della muratura). La torre è stata imbragata, tagliata dalle sue fondamenta, sollevata per mezzo di martinetti e quindi spinta lungo un tracciato su rotaie, sempre sotto controllo di strumenti elettronici per monitorare l’avanzamento e valutare lo stato di sollecitazione oltre a eventuali vibrazioni e oscillazioni.

Nelle immagini: la Torre prima dello spostamento e la torre imbragata dagli operai dell’Anas, che ha condotto i lavori.

Bari, torre cinquecentesca spostata per costruire la strada: primo caso in Italia
Bari, torre cinquecentesca spostata per costruire la strada: primo caso in Italia


Se ti è piaciuto questo articolo
abbonati al magazine di Finestre sull'Arte.
176 pagine da sfogliare, leggere, sottolineare e collezionare.
176 pagine di articoli ed approfondimenti inediti ed esclusivi.
Lo riceverai direttamente a casa tua. Non lo troverai in edicola!

176 pagine, 4 numeri all'anno, al prezzo di 29,90 €

ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


Firenze, terminano i restauri del ciborio di San Miniato al Monte
Firenze, terminano i restauri del ciborio di San Miniato al Monte
Scenari di Governo: chi è Alberto Bonisoli, in pole position per i beni culturali
Scenari di Governo: chi è Alberto Bonisoli, in pole position per i beni culturali
Il ministro Bonisoli: “Dobbiamo imparare dal terzo settore e capire come MiBAC possa aiutare, sistematizzare e promuovere”
Il ministro Bonisoli: “Dobbiamo imparare dal terzo settore e capire come MiBAC possa aiutare, sistematizzare e promuovere”
Un dipinto di Modigliani entra a far parte della Collezione Peggy Guggenheim di Venezia
Un dipinto di Modigliani entra a far parte della Collezione Peggy Guggenheim di Venezia
Firenze, Marina Abramović aggredita da un artista: “l'ho fatto per la mia arte”
Firenze, Marina Abramović aggredita da un artista: “l'ho fatto per la mia arte”
Firenze, Palazzo Strozzi registra 8.000 presenze nel penultimo weekend della mostra di Marina Abramović
Firenze, Palazzo Strozzi registra 8.000 presenze nel penultimo weekend della mostra di Marina Abramović