Beyoncé vuole girare un video al Colosseo ma non può, perché c'è già Alberto Angela


Avrebbe voluto girare un video al Colosseo, ma Beyoncé ha dovuto incassare il no del Ministero dei Beni Culturali: il monumento era infatti già occupato dalla troupe di Alberto Angela, che stava effettuando riprese per un documentario nello stesso giorno per il quale la celeberrima pop-star americana aveva chiesto l’affitto dell’anfiteatro Flavio. A raccontarlo è Il Messaggero. Inoltre, a sfavore di Beyoncé (che col marito Jay-Z ha già girato un fortunato video ambientato al Louvre) ha giocato anche lo scarso preavviso: la cantante americana avrebbe voluto registrare il video tra il 7 e l’8 luglio (in quei giorni si trovava in Italia per i suoi concerti a Milano e a Roma), e l’anticipo comunicato al Ministero è stato troppo corto.

Però Beyoncé non si dà per vinta, anche perché il Ministero ha fatto sapere che l’impatto mediatico di un video girato al Colosseo potrebbe essere interessante per promuovere il patrimonio culturale italiano nel mondo. Probabile quindi che prossimamente la sua richiesta vedrà accolta e la vedremo cantare e ballare nel più famoso monumento di Roma.

Beyoncé vuole girare un video al Colosseo ma non può, perché c'è già Alberto Angela
Beyoncé vuole girare un video al Colosseo ma non può, perché c'è già Alberto Angela


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER