Da oggi si può diventare pellegrini dell'arte: via al biglietto unico del MuDEV


Presentato oggi a Vinci il biglietto unico del MuDEV-Museo diffuso Empolese Valdelsa. I visitatori dei 21 musei appartenenti al MuDEV diventano pellegrini dell’arte.

Oggi è un giorno importante per il MuDEV - Museo diffuso Empolese Valdelsa! 21 musei in 11 comuni, ognuno con la propria storia da raccontare.

È nato il nuovo biglietto unico: un vero e proprio passaporto da portare sempre con sé che ha la funzione di stimolare i visitatori a compiere un "pellegrinaggio dell’arte".

La "Credenziale del pellegrino dell’arte" - così è stato denominato il passaporto - permette di visitare tutti i 21 musei convenzionati che appartengono al MuDEV nell’arco di 365 giorni a partire dal primo accesso al costo totale di 15 euro

Il visitatore-pellegrino dell’arte avrà il privilegio di ammirare le meraviglie di 21 musei, tra cui Casa Boccaccio di Certaldo, il Museo della Ceramica di Montelupo Fiorentino, il Museo Leonardiano di Vinci, ma anche musei meno noti al grande pubblico come il Museo del Chiodo di Certaldo o il Centro Espositivo della Cantieristica e Canottaggio di Limite sull’Arno.

Obiettivi del biglietto unico sono perciò promuovere i musei meno noti, consolidare l’identità culturale territoriale, prolungare la permanenza nell’area e porre le basi per un progetto più ampio di attività culturali esperienziali. Il biglietto potrà essere acquistato in 17 musei della rete e ogni tappa (ciascuno dei 21 musei) verrà contrassegnata sul passaporto.

Il direttore del Museo diffuso Empolese Valdelsa, Cinzia Compalati ha dichiarato che il MuDEV intende valorizzare il suo territorio, il suo patrimonio e la sua comunità, raggiungendo un coinvolgimento sia dei residenti sia dei turisti nell’ambito museale. Obiettivo è inoltre fare in modo che anche coloro che non frequentano abitualmente musei e ambiti culturali comincino a farlo. E ancora coinvolgere pubblici diversi grazie all’introduzione del biglietto unico, alla promozione sui social network e ai prossimi percorsi esperienziali in programma. Percorsi immersivi che, grazie a un’app audioguida geolocalizzata, condurranno il visitatore anche alla scoperta del territorio, del paesaggio, della gastronomia e dell’artigianato.

Giacomo Cucini, Sindaco delegato alla Cultura e al Turismo per l’Unione dei Comuni Circondario dell’Empolese Valdelsa ha aggiunto: “Il biglietto unico è il primo significativo traguardo del lavoro di coordinamento Museale unitario che tutti gli 11 Comuni dell’Unione volevano da tempo e che si è concretizzato in questo mandato amministrativo, ma al tempo stesso il lancio di una nuova strategia culturale di area in parallelo al coordinamento di “Toscana nel cuore” per la promozione turistica. Obiettivi sul fonte museale sono la promozione congiunta e vicendevole dei musei e la creazione di una “comunità culturale”, composta sia dai residenti che dai turisti".

L’iniziativa sarà in fase sperimentale per tre mesi. 

A noi di Finestre sull’Arte è stata affidata la gestione dei social, in particolare della pagina Facebook, Instagram e Youtube, e collaboreremo con "Toscana nel cuore", che si occupa già da tempo della promozione turistica dell’Empolese Valdelsa.

Un augurio per questa bellissima e importante iniziativa! 

 

Da oggi si può diventare pellegrini dell'arte: via al biglietto unico del MuDEV
Da oggi si può diventare pellegrini dell'arte: via al biglietto unico del MuDEV


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER