Il ministro Bonisoli: “I musei autonomi resteranno all'interno dello Stato”


Il ministro dei beni culturali, Alberto Bonisoli, ha dichiarato che i musei autonomi continueranno a rimanere statali.

I musei autonomi rimarranno statali: lo ha dichiarato il ministro dei beni culturali, Alberto Bonisoli, in un’intervista al portale AgCult. Il ministro ha dichiarato che quello dei musei autonomi è “un ambito che deve essere ricondotto all’interno del perimetro statale. Stiamo parlando di realtà che resteranno all’interno dello Stato ed è lo Stato che deve trovare il modo di farle funzionare al meglio, non il contrario. Quando ho visto la riforma, ho avuto l’impressione che ci fosse quasi un punto di vista ideologico: quasi a dire ‘lo Stato più di tanto non può fare quindi mettiamo un po’ di distanza tra lo Stato ed alcune istituzioni affinché queste possano funzionare al meglio’”.

Bonisoli ha inoltre aggiunto che “è lo Stato che deve trovare modalità per far funzionare al meglio queste istituzioni, ma il loro ruolo e il loro posizionamento devono essere all’interno del perimetro statale. I musei possono anche rimanere autonomi: tuttavia, una delle valutazioni che faremo è ‘quali musei’ e ‘che cosa significa’ essere autonomi”. Il ministro ha poi dichiarato, nel corso dell’intervista, che la riforma del ministero è attualmente allo studio e sarà pronta a maggio.

Il ministro Bonisoli: “I musei autonomi resteranno all'interno dello Stato”
Il ministro Bonisoli: “I musei autonomi resteranno all'interno dello Stato”


Acquista il nostro libro Cronache dal mondo dell'arte 2020
Tutto il 2020 in un libro di 430 pagine con 60 fotografie a colori, in una selezione di 60 articoli scelti dalla redazione di Finestre sull'Arte.
CLICCA QUI
PER INFORMAZIONI



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma    

NEWSLETTER