Burioni: “rari i contagi all'esterno, riaprire subito teatri e ristoranti all'aperto”


Il virologo Roberto Burioni è intervenuto sul tema delle riaperture, con una (forse inattesa) richiesta di riaprire subito le attività all’aperto, come bar, ristoranti e teatri: il contagio in esterno infatti è molto raro. 

Un’inaspettata richiesta di riaprire subito bar, ristoranti, teatri e cinema (all’aperto però) arriva dal virologo dell’università Vita-Salute San Raffaele di Milano, nonché star del web Roberto Burioni, uno degli scienziati più presenti sui social e in televisione fin dall’inizio della pandemia di Covid-19. Burioni si basa sull’evidenza che sono rarissimi i casi di contagio all’esterno: “in questo anno abbiamo appreso tante cose in più riguardo al contagio e alle sue modalità”, ha detto domenica sera alla trasmissione Che tempo che fa. "Per esempio, sappiamo che le superfici non sono particolarmente importanti, sappiamo che il virus non si trasmette molto efficientemente all’aperto (questo forse è stato il motivo del calo durante i mesi estivi, mesi nei quali si sta più nei ristoranti all’aperto e comunque si sta meno in casa) però quello che sappiamo ormai è che questo virus si trasmette in una maniera molto, molto efficiente in qualunque ambiente chiuso e non si trasmette solo con quelle goccioline che chiamavamo e chiamiamo droplets (quelle che fanno pochi centimetri) si trasmette anche con areosol.

Diversi studi prodotti nelle ultime settimane (in Irlanda, ad esempio, si è scoperto che soltanto lo 0,1% dei contagi è avvenuto all’aperto) sono giunti alla conclusione che il contagio all’aperto è un’evenienza remota, e arriva comunque sempre dopo un contatto prolungato con un soggetto già portatore del virus. “I dati indicano che il contagio all’esterno è molto raro”, ha ribadito Burioni su Twitter, intervenendo poi direttamente sul tema delle riaperture: “Perché, con l’arrivo della bella stagione, non riaprire subito bar, ristoranti e pure teatri all’esterno, non lesinando autorizzazioni? A me non dispiacerebbe cenare fuori o assistere a un concerto con il cappotto!”. E a chi gli ha fatto presente che forse si poteva far presente molto prima che il contagio è raro all’aperto, il virologo ha risposto in questi termini: “Perché non hai detto prima che le attività all’aperto sono meno pericolose? Perché i dati che mi permettono di dire che sono meno pericolose sono disponibili da pochi giorni, e io non sono in grado di predire il futuro”.

Burioni: “rari i contagi all'esterno, riaprire subito teatri e ristoranti all'aperto”
Burioni: “rari i contagi all'esterno, riaprire subito teatri e ristoranti all'aperto”


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Cinquecento     Novecento     Ottocento     Quattrocento     Toscana     Firenze     Barocco     Roma