Grandi novità per il Castello del Buonconsiglio di Trento


Il Castello del Buonconsiglio di Trento si prepara a grandi novità: apertura di nuove sale espositive, postazioni multimediali, ricostruzioni in 3D, nuovo logo.

Quest’anno il Castello del Buonconsiglio di Trento sarà soggetto a grandi novità: oltre a un nuovo logo e una nuova grafica, il castello sarà arricchito di nuove sale espositive in Castelvecchio, dove sono iniziati i lavori di disallestimento, poiché al posto del lapidario e della sezione egizia, che saranno probabilmente trasferite in un’esposizione permanente, troveranno spazio nuove sale dedicate alla storia della popolazione trentina e all’archeologia. 

Le sale dedicate alla storia della popolazione saranno una sorta di macchina del tempo: oggetti d’arte e video racconteranno la storia del Trentino dalle origini alla Prima Guerra Mondiale.
Sarà inaugurata inoltre una sala dedicata a Cesare Battisti, geografo, giornalista, storico e politico europeista.
In Castelvecchio saranno quindi esposte le collezioni duecentesche-medievali, mentre in Magno Palazzo le opere rinascimentali e nella Giunta albertiana le opere barocche.
Saranno presenti una ricostruzione in 3D delle fasi evolutive del Castello, cartine geografiche, postazioni multimediali e un grande plastico interattivo della città di Trento.

Per info: www.buonconsiglio.it

Immagine: Il Castelvecchio del Castello del Buonconsiglio di Trento

Grandi novità per il Castello del Buonconsiglio di Trento
Grandi novità per il Castello del Buonconsiglio di Trento


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma