Di nuovo visibile dopo il restauro il Cristo Crocifisso di Beato Angelico


Dopo un accurato restauro compiuto dall’Opificio delle Pietre Dure, il Cristo Crocifisso tra i santi Niccolò e Francesco di Beato Angelico sarà di nuovo esposto.

Restaurato il Cristo Crocifisso tra i santi Niccolò e Francesco di Beato Angelico: l’opera sarà nuovamente visibile al pubblico dal 10 aprile al 24 giugno nella sede della Fondazione Cr Firenze in una mostra curata da Ludovica Sebregondi.

L’opera, poco conosciuta, risale al 1430 circa ed era esposta nella sagrestia dell’Oratorio della Compagnia di San Niccolò di Bari di Firenze

Il restauro è stato compiuto dall’Opificio delle Pietre Dure grazie ai finanziamenti della Fondazione Cr Firenze.

Il dipinto su tavola sagomata è stato attributo al Beato Angelico solo nel 1909, nonostante la prima notizia sull’opera risalga al 23 ottobre 1564.

Oltre al Cristo Crocifisso verrà esposta una tavoletta ex voto della bottega di Jacopo da Empoli, ritrovata un anno fa nel doppio fondo di un armadio dell’archivio della Compagnia di San Niccolò di Bari. Anche quest’opera è stata restaurata grazie al contributo della Fondazione CR Firenze.

Fonte: Ansa

 

Di nuovo visibile dopo il restauro il Cristo Crocifisso di Beato Angelico
Di nuovo visibile dopo il restauro il Cristo Crocifisso di Beato Angelico


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER