La direttrice della Galleria Borghese di Roma sospesa per due mesi dal suo incarico


Anna Coliva, direttrice della Galleria Borghese di Roma, è stata sospesa per due mesi dal suo incarico. A rivelarlo il quotidiano Repubblica che parla di una lettera del Ministero.

Anna Coliva, direttrice della Galleria Borghese di Roma, ha ricevuto una sospensione dal suo incarico della durata di sessanta giorni, durante i quali non percepirà alcuno stipendio. A renderlo noto è il quotidiano Repubblica che, in un articolo firmato da Carlo Alberto Bucci, parla di come la sospensione sia stata decisa dalla direzione del Ministero dei Beni Culturali e abbia effetto immediato. Il provvedimento, ratificato da una lettera firmata dal segretario generale del MiBACT, Carla Di Francesco, arriva a seguito delle accuse mosse alla direttrice, che poche settimane fa è stata rinviata a giudizio con l’accusa di assenteismo che prefigurerebbe l’ipotesi del reato di truffa aggravata ai danni dello stato. Nell’articolo si legge che i collaboratori di Anna Coliva “la descrivono tranquilla anche se intimamente provata dall’ accusa infamante”.

I fatti per cui Anna Coliva è comparsa in tribunale risalgono al 2014: la direttrice, allora funzionaria ministeriale alla guida della Galleria Borghese (prima della riforma Franceschini, infatti, non era prevista una figura di “direttore” propriamente detta: i direttori erano in realtà inquadrati come funzionari) avrebbe timbrato il cartellino senza però presentarsi nel suo ufficio. Il danno sarebbe comunque modesto, perché si tratterebbe di 40 ore e 59 minuti in tutto, ma secondo l’accusa sufficiente a prefigurare l’ipotesi di reato. La linea difensiva della direttrice verte sul fatto che durante le assenza Anna Coliva era in possesso di regolari permessi e in certi casi sarebbe stata addirittura in ferie. Già dopo la prima udienza, l’avvocato difensore Alessandro Diddi aveva dichiarato che ci sono tutti gli elementi in grado di scagionare completamente Anna Coliva dalle accuse.

La direttrice deve comunque ora fronteggiare un provvedimento che arriva prima della sentenza e che lascia la Galleria Borghese priva di guida in un momento delicato dal momento che in questi due mesi dovrà essere approvato il bilancio e si dovrà organizzare la mostra su Picasso scultore prevista per l’autunno.

Nella foto: Anna Coliva

La direttrice della Galleria Borghese di Roma sospesa per due mesi dal suo incarico
La direttrice della Galleria Borghese di Roma sospesa per due mesi dal suo incarico


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma