Donati oltre 20 milioni di dollari al Musée d'Orsay: previsto notevole ampliamento degli spazi


Il Musée d’Orsay ha ricevuto una donazione di circa 22 milioni di dollari. Previsto il progetto Orsay Grand Ouvert.

Il Musée d’Orsay, celebre museo parigino conosciuto in tutto il mondo per le sue collezioni dell’Impressionismo e del Post-impressionismo, ha annunciato che amplierà i suoi spazi grazie a una donazione pari a circa 22 milioni di dollari ricevuta da un anonimo americano, mediante gli American Friends of the Musée d’Orsay

Orsay Grand Ouvert, così è stato denominato il progetto, prevede circa 1200 metri quadrati di uffici amministrativi trasformati in nuove gallerie e in un nuovo centro per la formazione e la ricerca. Secondo le previsioni, il progetto sarà portato a termine per il 2026.

Oltre a mostrare la grande collezione di dipinti dei due collezionisti americani, Marlene e Spencer Hays, acquisita dal Musée d’Orsay nel 2016, che include oltre 600 capolavori del periodo compreso tra la fine dell’Ottocento e gli inizi del Novecento, il progetto ha l’obiettivo di offrire ai visitatori un’esperienza completa negli spazi delle gallerie, includendo risorse educative volte ad arricchire la comprensione delle collezioni.

“Questa donazione permette di andare oltre la questione dell’esposizione della collezione. I visitatori non si aspettano in un museo solo l’esposizione di opere d’arte, ma un’esperienza completa e moderna” ha affermato Laurence des Cars, presidente del Musée d’Orsay e del Musée de l’Orangerie.  

Ph.Credit

Donati oltre 20 milioni di dollari al Musée d'Orsay: previsto notevole ampliamento degli spazi
Donati oltre 20 milioni di dollari al Musée d'Orsay: previsto notevole ampliamento degli spazi


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER