Emergenza Coronavirus: il Mudec di Milano aiuta l'ospedale di Varese con... un robot!


Direttamente dal Museo delle Culture di Milano (Mudec), arriva un aiuto inaspettato per i medici dell’Ospedale di Circolo e Fondazione Macchi della ASST Sette Laghi di Varese: Sanbot Elf!

Sanbot Elf è uno dei 6 robot che dovevano essere i protagonisti della mostra Robot. The Human Project, ora sospesa per l’emergenza Coronavirus. E proprio per l’epidemia da Covid-19 che il Mudec ha messo a disposizione questo piccolo robot alto poco più di un bambino di 7 anni e dotato di simpatici occhioni digitali e lampeggianti.

Sanbot è equipaggiato con tre telecamere, un touch screen HD, un proiettore e tanti sensori e utilizza un software di riconoscimento facciale. Il robot permetterà ai medici e agli infermieri di monitorare i pazienti grazie alla sua telecamera collegata ad un monitor, permettendo al personale ospedaliero di interagire senza i rischi di contagio e riducendo il consumo di dispositivi di protezione. I medici e infermieri possono anche parlare, attraverso la voce del robot, al paziente che, se non è in ventilazione assistita, può rispondere attraverso messaggi vocali. Il robottino lavorerà insieme ad altri cinque robot per vigilare 12 pazienti, uno per ogni coppia di letti.

“Ovviamente questi robot non eliminano il contatto umano con il paziente, ma riducono gli accessi”, spiega il professor Francesco Dentali, direttore del reparto di Medicina ad alta intensità dell’Ospedale di Circolo di Varese che sta assistendo oltre 83 degenti. “Anzi, facendoci risparmiare il tempo della vestizione e svestizione, che ha un impatto notevole sulla nostra attività, a migliorare sarà anche la qualità del tempo che dedicheremo a loro”.

“È  una cosa molto importante, ovviamente, ma è anche interessante il fatto che non si tratta di un robot particolarmente potente o preparato per le situazioni estreme”, aggiunge il co-curatore della mostra Antonio Mazzoni, responsabile scientifico del Laboratorio di Neuroingegneria computazionale dell’Istituto di biorobotica della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa. “Si tratta di un robot che è fatto per l’interazione con le persone. Alla mostra abbiamo cercato di focalizzarci non tanto sull’evoluzione dei robot umanoidi come oggetti, ma sullo sviluppo della collaborazione tra esseri umani e robot, e questo ne è un esempio perfetto”.

Per conoscere meglio Sanbot, potete visitare il sito ufficiale cliccando qui.

Per visitare il sito ufficiale del Mudec, cliccate qui.

Emergenza Coronavirus: il Mudec di Milano aiuta l'ospedale di Varese con... un robot!
Emergenza Coronavirus: il Mudec di Milano aiuta l'ospedale di Varese con... un robot!


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma