A Firenze apre il primo... negozio della Supercazzola, tutto a tema Amici Miei


A Firenze ha aperto il primo negozio della Supercazzola: si tratta di uno spazio dove sono in vendita gadget e oggetti dedicati al grande film Amici Miei e a tanti indimenticabili classici della commedia italiana degli anni Settanta, Ottanta e Novanta.

Una notizia che piacerà sicuramente a tutti gli appassionati di Amici miei, il leggendario film di culto diretto da Mario Monicelli, su soggetto di Pietro Germi, Leonardo Benvenuti, Piero De Bernardi e Tullio Pinelli: ha aperto a Firenze il negozio della Supercazzola, uno spazio tutto dedicato al film (poi seguito da altri due capitoli a comporre una delle trilogie più amate del cinema italiano) che vede per protagonisti Ugo Tognazzi nei panni del conte Raffaello Mascetti, Philippe Noiret in quelli del giornalista Giorgio Perozzi, Gastone Moschin che interpreta l’architetto Rambaldo Melandri, Duilio Del Prete e Renzo Montagnani alternatisi nei panni del barista Guido Necchi, e Adolfo Celi in quelli del professor Carlo Sassaroli.

Il nome del negozio fa riferimento al famosissimo non sense del conte Mascetti, che adoperava la sua “supercazzola” per confondere gli interlocutori o per uscire da situazioni scomode (il nome “supercazzola” deriva dalla parola che, tra una frase senza senso e l’altra, il conte caduto in rovina inseriva qua e là). Il negozio ha aperto a pochi metri da dove fu girata la mitica scena con il vigile (all’inizio del primo film), in quella Via dei Renai divenuta poi negli anni un vero punto di riferimento per i fan, con la posa della targa commemorativa al Bar Necchi da parte dell’amministrazione comunale di Firenze nel 2017 e l’intitolazione di Via Mario Monicelli del 2019.

In vendita nel negozio ci sono magliette, felpe ed oggettistica con divertenti loghi e frasi di Amici Miei, ma non solo: affianco al film simbolo di Firenze ci sarà spazio per tutte le altre pellicole che sono diventate un classico della nostra vita e della commedia italiana degli anni Settanta, Ottanta e Novanta, dai film di Paolo Villaggio con la “Coppa Cobram” di Fantozzi a quelli di Renato Pozzetto con Il Ragazzo di Campagna, da Il Marchese del Grillo a Febbre da Cavallo, con grande attenzione poi ai classici toscani. Al suo interno troveranno spazio anche un angolo dedicato al cibo, ispirato proprio alle scene dei film dove non mancheranno gli immancabili vini de “La Tognazza”, azienda nata dal grande Ugo e portata avanti oggi dal figlio Gian Marco Tognazzi, con le sue etichette “Antani”, “Come se fosse” e “Tapioco”. Proprio Gian Marco Tognazzi pochi giorni fa ha fatto visita al negozio.

Il Supercazzola Store promuoverà anche divertenti iniziative come presentazioni di libri, incontri con attori oltre ad organizzare in collaborazione con una compagnia teatrale e alcune guide turistiche un vero tour teatralizzato per riscoprire Firenze attraverso i luoghi di Amici Miei, il tutto accompagnato da attori professionisti che seguiranno i partecipanti lungo 20 punti del centro storico del capoluogo toscano. Con queste iniziative ed altre che seguiranno nel periodo estivo vuole diventare non sono un punto di riferimento per tutti gli appassionati del genere ma per tutto il quartiere di San Niccolò e la città. Abbigliamento, Dvd, Poster, Gadgets, Libri, Vini, con possibilità di acquisto anche via web sul sito www.supercazzola.it: “tutta la commedia italiana dall’Antani alla Zingarata”, dicono i titolari. Un modo originale per conoscere Firenze!

A Firenze apre il primo... negozio della Supercazzola, tutto a tema Amici Miei
A Firenze apre il primo... negozio della Supercazzola, tutto a tema Amici Miei


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma